Addio a un’icona: Sidney Poitier

Addio a un’icona: Sidney Poitier

È morto a 94 anni Sidney Poitier, uno dei più grandi attori della storia di Hollywood, oltre che una delle figure più rivoluzionarie della storia del cinema americano. Un attore di cui saranno sempre ricordati i ruoli più celebri, ma il cui nome sarà legato indissolubilmente all’impegno civile e ai cambiamenti che il suo carisma e la sua importanza hanno portato.

Nato da una famiglia umile di origini bahamiani, dopo aver vissuto di espedienti gli anni dell’adolescenza e aver lavorato per poco nell’esercito, Poitier intorno ai venti anni provò a cominciare una carriera attoriale. Il film che gli cambia la vita e lo incanala sui binari del cinema è “Uomo bianco, tu vivrai!” del grande Joseph L. Mankiewicz: un film incentrato sulla questione razziale, come saranno molte altre pellicole di culto a cui lavorerà. Quando egli arrivò sulla scena cinematografica hollywoodiana non solo gli attori neri erano in assoluta minoranza, ma non avevano neanche lontanamente il riconoscimento e l’apprezzamento di cui godevano i colleghi bianchi. Il suo lavoro e le sue leggendarie interpretazioni contribuirono enormemente a modificare questa situazione, a partire dalla sua collaborazione con grandi registi negli anni ’50, come Raoul Walsh, Stanley Kramer e Otto Preminger.cambiamento,

È però negli anni ’60 che Poitier delinea la sua eredità e pone il suo nome accanto a quello delle grandi leggende hollywoodiane. Innanzitutto l’Oscar al miglior attore protagonista nel 1964 per “I gigli del campo”, rimasto per decenni l’unico Oscar dato a un attore nero, e poi i ruoli di John Prentice nel film di culto “Indovina chi viene a cena?” del 1967, vera e propria pietra miliare e testimonianza del modo in cui in quegli anni il mondo stava cambiando, e di Virgil Tibbs ne “La calda notte dell’ispettore Tibbs”, forse il suo personaggio più iconico.

Il suo impatto va però oltre i film e i premi, ed è più chiaramente visibile nelle figure di Denzel Washington, Morgan Freeman o Samuel L. Jackson, attori celebrati in tutto il mondo anche grazie al cambiamento portato da Sidney Poitier, a cui nel 2009 è stata conferita dall’allora presidente degli USA Barack Obama la “Medaglia presidenziale della libertà”.

I suoi film più celebri sono ancora oggi visti e applauditi anche grazie a lui, che verrà ricordato per sempre come un’icona della storia del cinema tutto, che non ha mancato di consegnargli l’Oscar alla carriera.

 

                                                                                                                                                Angelo Matteo

Share