Al via la Festa della musica

Il Lirico partenopeo

Il Lirico partenopeo

Presentataala Teatro di San Carlo di Napoli la XIX edizione della Festa della Musica di Napoli nell’ambito della Festa europea della musica, una grande sinergia che mette insieme le maggiori istituzioni del territorio: il Comune di Napoli promuove l’evento in collaborazione con il Comitato Festa della Musica di Napoli, per celebrare, come afferma l’assessore comunale alla Cultura Nino Daniele, “il solstizio dell’estate, il 21 giugno”.

Un prologo, nei giorni 18 e 19 giugno, con spazi aperti a tutti, amatori, dilettanti e professionisti, e tutte le iniziative gratuite. Coinvolti con concerti in strada i luoghi più belli di Napoli: San Domenico Maggiore, il Maschio Angioino, Palazzo Reale, San Martino, Capodimonte, la casina pompeiana in Villa Comunale.

Il programma nasce dalla sinergia del Teatro di San Carlo, l’Unione degli Industriali di Napoli, Sezione Editoria, Cultura e Spettacoli, il Conservatorio di San Pietro a Majella, l’Archivio Sonoro della Canzone Napoletana della Rai, il Museo di Capodimonte, il Polo Museale della Campania, la partecipazione speciale del Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento e tante associazioni. Tante performances di giovani solisti e in formazioni cameristiche. A San Pietro a Majella verrà presentata la prima edizione del Festival di Musica Barocca; martedì musica non stop con molti artisti che si esibiranno in strada. Paolo Pinamonti, direttore artistico Fondazione Teatro di San Carlo, cita John Cage e la sua A House Full of Music, quando aprì le finestre del Conservatorio per farne ascoltare la confusione, musica collegata idealmente alla città e al caos creativo che si respira nei Conservatorio dove i giovani suonano in contemporanea creando un’apparente cacofonia: con i suoi Imaginay Landscapes Cage suonava contemporaneamente decine di dischi – un poeta che scopriva musica anche nei rumori.

L’intera Festa, spiega la direttrice del Conservatorio Elsa Evangelista, sarà dedicata ad Emanuele Pirozzi, allievo, studente di musica elettronica scomparso tragicamente da poco. A Palazzo Reale si esibiranno gli allievi del Conservatorio, il Coro di Voci Bianche del San Carlo, l’Orchestra del Conservatorio di Benevento, l’Orchestra dei Quartieri Spagnoli, l’Orchestra Academy del San Carlo. Nella kermesse nel Cortile del Maschio Angioino tanti gruppi live e artisti, da Ciccio Merolla a Diego Moreno, da Luigi Libra al Giardino dei Semplici, dagli Osanna a Tueff. Presenta Alessandro Bolide. E ancora Suoni della Magna Grecia, Musica popolare tradizionale del Sud, “Con-certosa”, con esibizione di trii e quartetti di archi, flauti e altri strumenti a fiato delle orchestre giovanili. E ancora tanti altri momenti di gioiosa aggregazione grazie alla musica (www.comune.napoli.it; www.festadellamusicanapoli.it).

 

Share