Anna Campori. Cento anni in teatro

Anna Campori. Cento anni in teatro

Lunga vita alla Nonna del corsaro nero! E così è stato. Il 22 settembre 2017, un compleanno con 100 candeline per Anna Campori. Un giorno meraviglioso, un bel traguardo da celebrare.

Alla grande interprete di cinema, teatro, varietà e televisione, dimenticata e sottovalutata, hanno dedicato un omaggio le scrittrici Gioconda Marinelli e Angela Matassa nell’agile volume Anna Campori. Cento anni in teatro (Homo Scrivens editore), ricco di testimonianze e rare fotografie.

Il libro sarà presentato a Napoli, sabato 24 novembre 2018 nel foyer del Teatro Diana, alle ore 11,30. Parteciperanno le giornaliste Titta Fiore e Roberta D’Agostino, il patron Lucio Mirra, l’attrice Anna Maria Ackermann, l’editore Aldo Putignano e le autrici. Al loro fianco molti degli attori che hanno conosciuto la Campori e la ricordano per la sua bravura e signorilità.

Il giorno dei 100 anni

A Roma, il 4 dicembre 2018, alle ore 18,30, all’Enoteca letteraria. Parteciperanno con le autrici, Alfonso Bottone (direttore  organizzativo  incostieraamalfitana.it). Pagine  scelte  di
Barbara  Amodio  attrice

IL NOSTRO RACCONTO

Anna Campori e il suo sorriso che abbracciava il mondo. Un sorriso che non si dimentica e che fa bene al cuore, che non si incontra facilmente, perché non tutti sanno regalarlo con tanta generosità.

Affermava Dostoevskij: “Si conosce un uomo dal modo in cui ride”. E noi l’abbiamo conosciuta Anna, ci ha fatto sorridere, ci ha trasmesso la sua voglia di esserci, di vivere, la sua energia positiva. Diceva che per lei e per il marito Pietro De Vico, l’operetta era una cosa seria, ma anche ridere è una cosa seria, e loro sapevano farlo insieme al pubblico in scena e nella vita tra amici e familiari. Con l’umorismo allentavano le tensioni, sdrammatizzavano, esorcizzavano l’ansia del quotidiano, vedevano e mostravano agli altri, il lato positivo delle cose. E per tutto questo li ringraziamo. Noi amiamo profondamente il teatro, l’arte, ogni forma di spettacolo e la loro lunga bella carriera ha attratto anche il nostro pensiero.

Scoprendo Anna, attraverso le sue parole, le foto, le locandine, gli articoli, ci siamo rese conto di quanto altro avrebbe potuto regalare al pubblico. Per fortuna c’è stata la televisione, il più potente mezzo di comunicazione fino a qualche decennio fa a renderle giustizia. La bravura sua (e di Pietro) è venuta fuori con prepotenza e simpatia, avvicinandola a moltissime persone.

Era serena e felice in ogni occasione Anna, perché per lei gli affetti avevano il primo posto nella vita. Non solo un’artista di successo, dunque, ma anche una donna di successo. Amata da chi l’ha conosciuta nel lavoro, ma innanzitutto dalla sua folta schiera familiare. Le testimonianze inserite in questo volume lo dimostrano: la stima e il rispetto di chi ha calcato le scene con lei emergono spontaneamente.

Questo libro è un omaggio a una bella persona, ad Anna Campori, che ci ha subito conquistate, e un regalo nel giorno del suo compleanno. Avrebbe compiuto 101 anni il 22 settembre 2018.

 

Le autrici con Anna Campori per il suo novantesimo compleanno

Gioconda Marinelli e Angela Matassa

Share