Calvino e l’importanza della lettura

Calvino e l’importanza della lettura

PERCHÉ LEGGERE I CLASSICI: L’OPERA DI ITALO CALVINO VA ANCHE IN DIRETTA STREAMING

Sabato 4 luglio 2020, lo spettacolo Perché leggere i classici, di cui sono interpreti Francesco Montanari e Guglielmo Poggi, diretti da Davide Sacco, e in scena al Napoli Teatro Festival Italia al Cortile delle Carrozze del Palazzo Reale di Napoli  ore 21, verrà anche trasmesso in diretta streaming gratuitamente, collegandosi sulla piattaforma Ecosistema digitale per la cultura della Regione Campania (https://cultura.regione.campania.it/en/web/teatro/live) e sui canali radio e video di CRC (Radio CRC Targato Italia e sul Canale 620 del Digitale Terrestre) messi a disposizione dal NTFI.

«Un classico è un libro che non ha mai finito di dire quello che ha da dire». Queste le parole più famose dell’opera Perché leggere i classici di Italo Calvino, oggi riproposta da Lunga Vita Factory per forza comunicativa e attualità. Un saggio in cui, con intensità, Calvino si confronta con i classici e con l’importanza sociale che essi hanno.

Francesco Montanari, diretto da Davide Sacco, fa sue le parole e il pathos narrativo, per entrare nel ricordo di un uomo e di un’epoca ancora vivi, come i grandi classici. In scena con lui, Guglielmo Poggi. Un viaggio che dimostrerà che la cultura non è mai antica, perché porterà sempre con sé il suo messaggio universale.

Un format interattivo e attuale, in cui il pubblico viene coinvolto nella riflessione e il testo originale dialoga con l’assistente vocale Siri, con la leggerezza tipica dell’opera calviniana.

Il lavoro si chiude con lo storico discorso tenuto da Umberto Eco nel 2002 all’Università di Bologna sull’importanza di leggere i classici.

 

Info: napoliteatrofestival.it

Share