Concerto per la Siria

Concerto per la Siria

Domenica 5 luglio 2020, Riccardo Muti dirigerà l’Eroica di Beethoven a Paestum. Anche quest’anno il celebre direttore dedica il tradizionale concerto “Le vie dell’amicizia” alla fratellanza e all’amicizia fra i popoli.

L’edizione 2020 è dedicata alla Siria, alla giovane politica curda Hevrin Khalaf (1984 – 2019), morta ad appena 34 anni in un attentato e, anche, al sito archeologico di Palmira, devastato dal terrorismo. Il parco di Paestum è gemellato con l’antica città siriana.

Muti dirige l’orchestra giovanile “Luigi Cherubini” e la Syrian Expart Philarmonic Orchestra, con la partecipazione di una delle più celebri cantanti curde, Aynur Dogan. Il concerto, in programma alle ore 21,30, organizzato dal Maestro con il Ravenna Festival, è dedicato sempre a luoghi ed eventi simbolo nel mondo: New York dopo l’attentato delle Torri gemelle, Sarajevo e Damasco. L’evento di Paestum è promosso dalla Regione Campania, dalla Scabec, dalla Camera di commercio di Salerno e da altre istituzioni del territorio.
Muti, che il 21 giugno ha inaugurato la 31esime edizione del “Ravenna Festival”, alla guida dell’Orchestra giovanile “Luigi Cherubini”, con il soprano Rosa Feola, con un programma incentrato su Mozart, come sempre affida alla grande musica il messaggio di pace, di abbraccio tra i popoli. Come sempre, Muti sottolinea il valore della cultura in Italia, dei giovani, della musica. “In Italia – ha affermato il Direttore – ci sono regioni intere prive di orchestre stabili: non è giusto che chi nasce in certe regioni sia svantaggiato rispetto a chi invece nasce in altre. Per contro, il nostro Paese è pieno di teatri: perché non restaurarli, aprirli e affidarli ai giovani?”.

Share