Daniela Cenciotti

Daniela Cenciotti

Daniela Cenciotti

Daniela Cenciotti

Sarà in scena mercoledì 16 marzo, alle ore 21,30 al Centro Hart di Napoli, nell’ambito della rassegna Woman in Hart con Cattiva, un testo di Angela Matassa diretto da Fabio Brescia, che sta girando con successo tra Napoli, la Campania e Roma. Ne è protagonista Daniela Cenciotti, attrice teatrale, cinematografica, interprete in fiction e serial televisivi.

Daniela: Cattiva, è dedicato alle donne?

“E’ dedicata con ironia a chiunque assiste allo spettacolo, sperando che tocchi la sensibilità e faccia riflettere sia gli uomini che le donne. Sono sei personaggi che si confessano e si raccontano”.

Come si è calata in ruoli tanto diversi?

“Penso che ognuno di noi sia “abitato”da varie tipologie. Quelle che interpreto sono le sfaccettature di una sola persona. Registicamente l’idea è quella di non diversificare i personaggi, con tante interpreti, perché la protagonista è una”.

Con Fabio Brescia lei sta girando con un altro spettacolo “Letti disfatti”, di cui lui è regista e interprete. E’ nata una coppia?

“Io e Fabio ci conosciamo da anni. Mi piace lavorare con lui. Ci stimiamo. Parliamo la stessa lingua e questo crea una bella alchimia in scena”.

Secondo lei, che cosa può fare il teatro per la crescita della società?

“Il teatro è sempre stato in crisi. Hanno tentato di farci credere che è noioso e inutile ma è sopravvissuto a mille crisi. Continuerà a raccontare la realtà nonostante tutto”.

Che consiglio darebbe a un uomo?

“Nessuno. Nella strategia della natura siamo diversi, siamo uomini e donne. Ma esorto gli uomini a essere più maturi, considerando che nessuna donna può essere proprietà di qualcuno.

E al gentil sesso?

Una scena di "Cattiva"

Una scena di “Cattiva”

Raccomando di avere rispetto di se stesse. E delle altre”.

 

Share