Ecco un Mozart multietnico

Arriva al San Ferdinando di Napoli fino al 1 novembre), Il Flauto Magico dell’Orchestra di Piazza Vittorio, ispirato a Il Flauto Magico di W. A. Mozart, con la direzione artistica e musicale di Mario Tronco.

Il flauto magicoUn allestimento inconsueto, solare, ritmico, festoso, che spazia tra opera, pop, reggae, rock e jazz, in un connubio davvero sorprendente.

Il Flauto Magico dell’Orchestra di Piazza Vittorio è una favola contemporanea e multirazziale, frutto delle numerose versioni orali che si sono tramandate nei paesi del mondo. Ogni personaggio è stato assegnato in base a una somiglianza di carattere o per esperienze vissute. E’ così per il Tamino di Ernesto Lopez Maturell, ragazzo cubano che ha tutta l’esuberanza della sua giovane età; per il mago Sarastro  di Carlos Paz, artista ecuadoregno esperto dei riti sciamani del suo paese; per la Regina della Notte di Petra Magoni, tra i pochi personaggi occidentali della storia; fino al Papageno del senegalese El Hadij Yeri Samb, la cui semplicità d’animo lo avvicina molto a Mozart. Tra gli interpreti campani: Lino Fiorito, Peppe D’Argenzio, Pasquale Mari, Ortensia De Francesco.

Share