Gilmour: una famiglia d’arte

Gilmour: una famiglia d’arte

E’ appena uscita per Record Store Day, l’edizione limitata, in vinile 7, di “Yes, I Have Ghosts”, il nuovo singolo di David Gilmour, pubblicato dopo cinque anni dall’ultimo album da solista “Rattle That Lock”. Il vinile contiene una versione inedita del brano firmata da Andy Jackson.

“Yes, I Have Ghosts”, brano scritto a quattro mani da Gilmour, storico chitarrista, autore, cantante dei Pink Floyd, oggi solista e produttore con la moglie Polly Samson; con lui canta e suona l’arpa la figlia Romany. Il celebre musicista, tra i più grandi chitarristi nella storia del rock, si è ispirato a “A Theatre for Dreamers”, il nuovo romanzo e audiolibro della moglie, che spiega: “collaborando con David, come ho fatto già molte volte in questi 30 anni, scrivendo sia per lui che per i Pink Floyd, siamo riusciti a fondere i mondi della letteratura e della musica per migliorare l’esperienza di ascolto e connetterci con il pubblico in un modo che non credo sia mai stato fatto prima”.

Uscito in digitale la scorsa estate, il romanzo, già best seller, è ambientato nell’isola greca Hydra nel 1960, per raccontare la vita di una comunità bohémien di poeti, pittori e musicisti, tra i quali brilla un giovane Leonard Cohen. È piaciuto ai fan l’anteprima dello show (che si terrà il prossimo giugno 2021), in streaming su Facebook.

Quando ho iniziato a lavorare a questa canzone – spiega Gilmour – è cominciato il periodo di lockdown e ho dovuto cancellare la sessione di registrazione con i coristi ma, come si sa, non tutto il male vien per nuocere e non avrei potuto essere più felice di scoprire come la voce di Romany si fonde perfettamente con la mia e il suo modo di suonare l’arpa è stata una rivelazione”.

Nel brano si sentono la classe, l’esperienza, la maestria del celebre musicista, il cui stile chitarristico ha entusiasmato più generazioni, caratterizzando il suono Pink Floyd e tanta musica a venire.

 

 

 

 

Share