Gioco al massacro

Gioco al massacro

Ritorna in scena al Teatro Nuovo di Napoli, Regina Madre di Manlio Santanelli. da mercoledì 20 a domenica 24 marzo 2019, adattato e diretto da Carlo Cerciello per Imma Villa e Fausto Russo Alesi. Tra le opere più rappresentate del drammaturgo,

Regina Madre prende le mosse da un classico ‘ritorno a casa’. Alfredo, grigio cinquantenne segnato dal fallimento si presenta a casa della madre, Regina, dichiarandosi deciso a rimanervi, per assisterla o morire ai suoi piedi. Ma la vecchia signora, seppure affetta da ogni specie d’infermità, appartiene alla categoria delle matriarche indistruttibili. Tra i due personaggi in scena s’instaura così un teso duello, condotto mediante uno scambio ininterrotto di ricatti e ritorsioni, di menzogne e affabulazioni da cui scaturisce un duello psicologico combattuto con l’arma micidiale della parola.

Un dramma profondamente ambiguo, ambientato in un luogo della mente dove prende vita un vero e proprio scontro generazionale.

In Regina Madre – così il regista in una nota – si ha subito l’impressione che il personaggio della Madre sia in realtà lo specchio, o meglio, la proiezione della sofferenza che attanaglia il Figlio, condizionandone profondamente l’esistenza; Santanelli, accomuna al medesimo destino fallimentare Alfredo e la sorella Lisa, assente nell’opera, ma continuamente citata. Questo gioco al massacro, dunque, infantilmente agito e subìto, mi ha suggerito di mettere in scena il testo, dando concretezza al rituale onirico e psicologico di due fratelli alle prese con il fantasma della Madre”.

 

Regina Madre di Manlio Santanelli

con

Fausto Russo Alesi, Imma Villa

scene Roberto Crea

costumi Daniela Ciancio

musiche Paolo Coletta

luci Cesare Accetta

aiuto regia Walter Cerrotta

regia Carlo Cerciello

Share