I suoni del Molise

I suoni del Molise

Il 9 aprile 2019 a Venafro, alle ore 17,00, presso la Palazzina Liberty, è stato organizzato da Emilia Petrollini e Gabriella Marinelli un incontro rilevante per la valorizzazione del patrimonio culturale, naturale, artistico, storico del Molise, con la presentazione del Progetto di Sviluppo Turistico e Culturale, I suoni del Molise.

Una regione, scrigno prezioso di civiltà, archeologia, tradizioni, per molti ancora tutta da scoprire. Un paesaggio dominato dal verde, attorniato dai monti, protratto fino al mare. Valli, fiumi, laghi, città, paesi, borghi medioevali, centri storici, castelli dominanti che ricordano Signori e predomini, chiese e monasteri che racchiudono opere d’arte straordinarie. E tra il verde, “i tratturi”, percorsi erbosi dei pastori e dei loro greggi. Uno scenario sorprendente di testimonianze di civiltà preistorica, di Parchi archeologici (Sepino, Pietrabbondante) alla scoperta di villaggi e fortificazioni dei “fieri” Sanniti. “Mai dimenticare la propria identità, e proprie origini, da dove proveniamo, le lotte, la dura fatica dei nostri contadini, l’emigrazione, il riscatto”. Riferimenti e riflessioni, che Petrollini e Marinelli, ci inducono a considerare, per andare avanti, con la consapevolezza del passato, ma con lo sguardo decisamente rivolto alle possibilità di crescita del presente e del futuro. E in questo lavoro è anche necessario rispettare e amplificare le numerose tradizioni del Molise, artistiche (la lavorazione dei metalli, bronzo, rame, le campane, i coltelli di Frosolone, le zampogne di Scapoli, solo per nominarne qualcuna), religiose, culinarie (la Pezzata di Capracotta), le sagre dei genuini prodotti agro-alimentari, che si tramandano da secoli e danno luogo a manifestazioni corali che richiamano turisti da ogni dove. Turisti ancora pochi però, che amano il Molise che vengono attirati d’inverno dalle stazioni sciistiche di Capracotta e Campitello, d’estate dal rigoglioso sereno paesaggio naturale e durante tutto l’anno dalle bellezze artistiche. Allora, “puntiamo su chi deve ancora conoscerla questa nostra terra e cominciare finalmente ad apprezzarla come merita”, ribadiscono le ideatrici del Progetto.

Dopo i saluti del Sindaco di Venafro, Alfredo Ricci e dell’ Assessore al Turismo e Cultura del Comune Venafro, Angelamaria Tommasone, l’apertura dei lavori è affidata a Paola Ialongo, family banker di Banca Mediolanum. Sarà ampiamente illustrato il Progetto di sviluppo turistico e culturale I suoni del Molise, Molis2 S.r.l.s. da Emilia Petrollini e Gabriella Marinelli. Michele Falcione parlerà del Talento e l’Arte a sostegno del Turismo regionale, seguirà la presentazione dell’Agenda del Molise da parte di Claudia Mistichelli, Associazione Campobasso Insieme. Nell’ambito del convegno: presentazione a cura di Giuseppe D’Onorio, del libro “L’ospite inatteso”, Giovane Holden edizioni, della scrittrice molisana Gioconda Marinelli, un romanzo che la mette a confronto con la sua terra d’origine. Conclusioni: Assessore Regionale Turismo e Cultura, Vincenzo Cotugno.

Cantastorie e Danze Popolari allieteranno l’incontro.

 

 

 

Share