Il MADRE omaggia Armando De Stefano

Il MADRE omaggia Armando De Stefano

Settanta gloriosi anni di attività di un Maestro di diverse generazioni di artisti: “Nulla dies sine linea”, il motto del pittore greco Apelle dà il titolo alla mostra del MADRE su Armando De Stefano. La mostra, a cura di Olga Scotto di Vettimo e visitabile fino al 18 luglio 2022, a un anno dalla scomparsa del Maestro napoletano, presenta 80 opere selezionate da un corpus di lavori che vanno dal 2012 al 2020, testimonianza della centralità del disegno nella sua opera pittorica.

Non solo grande artista, ma anche docente dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, è stato punto di riferimento per l’arte in città e in Italia dal secondo dopoguerra. Come racconta il figlio Stefano, la mostra al Museo di Arte Contemporanea era stata immaginata dal padre in ogni dettaglio. L’artista aveva realizzato il suo ultimo lavoro nel 2020, a 93 anni. Esortava i giovani a seguire le passioni ma con il massimo di serietà. Il suo amore per il teatro (era stato anche scenografo), per la musica, per il cinema, rivelano, nella sua pittura, intrecci armonici come in un’elegante partitura jazz.

Angela Tecce, presidente della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee, sottolinea quanto De Stefano sia stato pittore sensibile, potente, capace di guardare sempre molto avanti. Preziosi anche il ricordo di Mario Franco e di Olga Scotto di Vettimo che svela come “non siamo noi a guardare le opere, sono le opere che ci guardano e testimoniano il nostro tempo”.

Nello stesso periodo della mostra al MADRE, viene proposto un itinerario che ricostruisce le testimonianze pubbliche dell’opera di De Stefano a Napoli: il Museo e Real Bosco di Capodimonte, Castel Sant’Elmo, il Museo del Novecento, l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, il Rettorato dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, il Conservatorio di San Pietro a Majella, l’Accademia di Belle Arti. L’itinerario comprende Vico Equense, di cui era cittadino onorario e Piano di Sorrento. Imperdibile il catalogo edito da artem. Le opere di De Stefano costruiscono una narrazione a un tempo universale e intima, svelando l’umanità attraverso volti dal tratto unico, inconfondibile. Figura seminale nell’arte a Napoli e in Italia, lascia anche un enorme patrimonio affettivo in colleghi, allievi, artisti.

(foto di Francesco Sgueglia)

 

 

 

Share