Il primo amore… torna in scena

Il primo amore… torna in scena

La locandina dello spettacolo

La locandina dello spettacolo

E’ pensatore, filosofo, romanziere, saggista, poeta, musicista. E da molti anni cabarettista. Aldo Di Mauro mercoledì 25 febbraio (unica data) torna al suo primo amore, salendo sul palcoscenico del teatro Sancarluccio di Napoli, dove propone i suoi personaggi storici in Cab cab cabaret di cui è autore e interprete. Dalla “Chiromante” furba e maliziosa allo “Psicopatico” con le manie irrisolte, dal “Vecchio” che descrive il cinismo di una società priva di valori, al “Bambino” che si ribella all’educazione. E ancora, attraverso una girandola di risate e satira, si esprimono la “Zitella” che non si rassegna, il “Pazzo” che dimostra con prove inconfutabili che la pazzia è negli altri, il “Cane” parlante che commenta la stupidità umana, la “Commàra” che analizza il rapporto uomo-donna, per dimostrare la superiorità femminile. Non mancano le macchiette: il “Balbuziente”, “Il tic” e lo “Scemo”. L’incontro provocatorio e divertente con il pubblico inizia con la sigla storica “Cab, cab, cabaret” e termina con “L’Attore”, dedicati a tutti i teatranti.

Come i protagonisti dei suoi libri, queste figure hanno molte sfaccettature, solo apparentemente superficiali e comiche. Alcune, come veri clown della vita, sottendono una tristezza percepita come il retrogusto di un buon vino.

Sulla scena, in bombetta, occhiali, abito nero, bastone e chitarra, l’eclettico autore sarà accompagnato dal fratello Maurizio alle percussioni e dalla giovane Vittoria Di Mauro, per uno spettacolo che fonde l’one man show dei primi tempi, il cabaret e il musical in una miscellanea tutta personale. Lo show si arricchisce dell’intervento-intervista del giornalista Giuseppe Giorgio, aggiungendo un altro pizzico di originalità alla messinscena.

Share