Il San Carlo in ricordo di Carla Fracci

Il San Carlo in ricordo di Carla Fracci

Summa di due capolavori del repertorio classico di danza in Piazza del Plebiscito a Napoli il 4 luglio 2021 da parte del Teatro di San Carlo: nella prima parte l’esecuzione di alcuni estratti da La Bella Addormentata di Pëtr Il’ič Čajkovskij, coreografia di Marius Petipa, e il II Atto de Il Lago dei Cigni di Pëtr Il’ič Čajkovskij, con la coreografia di Rudolf Nureyev ripresa da Clotilde Vayer, direttore del Corpo di Ballo del Lirico partenopeo.

La soirèe è dedicata a Carla Fracci, di cui scorrono in video foto di scena omaggio alla sua intensa e splendida carriera. In scena i danzatori del Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo, accompagnati dall’Orchestra del Lirico diretta da Maurizio Agostini, con musiche registrate. Nel ruolo di Aurora si alternano Claudia D’Antonio e Anna Chiara Amirante.

Nella seconda parte, ad interpretare la principessa Odette sono Anna Chiara Amirante e Luisa Ieluzzi mentre il Principe Siegfried è interpretato da Alessandro Staiano e Danilo Notaro. Molto bravi i solisti sancarliani che emozionano il pubblico e i giovanissimi ballerini presenti nel pubblico. Di impatto l’impianto scenico firmato da Pasqualino Marino, belli i costumi di Giusi Giustino, il disegno luci di Mario D’Angiò, il video design di Alessandro Papa.

“Per me accostare questi due nomi, Petipa e Nureyev, significa classe ed eccellenza. – dichiara Clotilde Vayer – Abbiamo “La Bella Addormentata” che, creato nel 1890, fu uno dei balletti di maggior successo realizzati da Petipa a San Pietroburgo. Di questa celebre coreografia ho preso la prima parte, subito dopo il Prologo, in cui Aurora, la protagonista, entra in scena, e l’Adagio della rosa (il balletto di lei con i pretendenti). Ho poi inserito alcune scene e personaggi della parte conclusiva del balletto, in forma di “divertissements”, come il Gatto con gli stivali e l’Uccello Azzurro. Poiché le regole sanitarie ci impongono di non far ballare troppo a contatto i ballerini e inoltre che lo spettacolo non superi una certa lunghezza,- conclude –  avremo così un bel riassunto convincente di alcuni punti salienti che possano dare una idea della bellezza della “Bella Addormentata” e magari facciano venir voglia di vedere in futuro il balletto intero”.

Con la sua prima Estate Lirica a Napoli Vayer ha messo brillantemente in scena Petipa e Nureyev, “il motivo per cui si danza e si ama questa professione, due geni ciascuno a modo proprio”. Dopo piazza del Plebiscito lo spettacolo sarà rappresentato all’interno del Teatro di San Carlo, dal 9 all’11 luglio 2021.

 

Share