In carcere con Italo Calvino

In carcere con Italo Calvino

Sarà presentato presso la libreria Scarlatti di Napoli il 26 maggio 2021, alle ore 17,30, l’ultimo lavoro editoriale dello psichiatra Adolfo Ferraro “Seizeronove. Galeoni e galeotti”. Quando la letteratura diventa cura, edito da Homo Scrivens. Dialogheranno con l’autore Amalia Fanelli e Anna Copertino. Modera Margherita Siniscalchi.

IL LIBRO

Seizeronove nasce da un laboratorio di lettura e scrittura creativa, “Lupus in Fabula”, tenuto nel Carcere di Napoli Secondigliano da un gruppo di volontarie e da uno psi- chiatra, con venti detenuti responsabili di reati sessuali.

Dopo la lettura collettiva de Il Visconte dimezzato di Italo Calvino, si è lavorato sul testo e sui suoi personaggi, utilizzando i meccanismi della creatività, della riflessione, dello psicodramma e della scrittura.

Da qui l’elaborazione di una storia, prima individuale poi comune, che inevitabilmente rappresenta anche le proprie condizioni, con lo scopo di acquisire una consapevolezza che non nega e non giustifica, non è complice e non è accusatore, ma aiuta a comprendere.

Arricchiscono il libro interventi critici e studi metodologici di Giuliano Balbi, Maria Pia Daniele, Amalia Fanelli, Adolfo Ferraro, Davide Iodice, Luigi Romano.

Share