In scena, intimi epistolari

In scena, intimi epistolari

Lettere di Pessoa, Byron, Kahlo, Wilde, Aleramo e Campana, London, Rodin, Gauguin, Van Gogh, Camus, Miller, Monet. Sono gli artisti scelti da Mario Gelardi per il progetto “gli intimi epistolari di grandi poeti”. Weekend all’insegna dell’arte, del teatro e dell’amore, dunque, in una location insolita: il Museo Madre di Napoli, sabato 18 e domenica 19 luglio 2020, alle ore 18.30 e alle ore 20. Andrà in scena Lettere d’amore, coproduzione della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee con il Nuovo Teatro Sanità. Le amorose missive degli scrittori e artisti saranno lette e interpretate da Annalisa Direttore, Gennaro Maresca, Gaetano Migliaccio, Enrico Pacini, Carlo Vannini.

Poeti, pittori, grandi scrittori, uomini di cultura hanno dedicato da sempre lettere alla persona amata. La produzione dà voce ai sentimenti e ai segreti inconfessabili di alcuni dei grandi artisti del nostro secolo. La passione tra Frida Kahlo e Diego Rivera; l’amore violento tra Dino Campana e Sibilla Aleramo; le poetiche parole che Fernando Pessoa dedicò a Ophèlia Queiroz, con la quale visse una storia quasi in clandestinità dovuta alla differenza d’età; le missive che Jack London, autore di “Zanna Bianca”, dedicò all’amata Anna Stunsky; e ancora, le parole di George Byron, Oscar Wilde, August Rodin, Paul Gauguin, Vincent Van Gogh, Albert Camus, Henry Miller e Claude Monet, prenderanno vita nel cortile del Museo d’arte contemporanea.

 

INFO

Prenotazione necessaria al numero 3396666426 oppure all’indirizzo email info@nuovoteatrosanita.it. Costo del biglietto unico 8 euro.

 

Share