La regina della pasta folle

La regina della pasta folle

E’ uscito per Guida Editori il secondo romanzo di Rosi Padovani, che lo ha presentato in streaming con la partecipazione del drammaturgo e scrittore Manlio Santanelli, l’attrice Federica Aiello, l’editore Diego Guida, Alfredo d’Agnese, Raffaella Tramontano, sulla pagina Facebook di RARE comunicazioni.

La regina della pasta folle” (pagine 251, € 16) accende i riflettori su una donna dalle diverse sfaccettature. La scrittura rappresenta uno dei suoi volti, ma non l’unico: donna manager, appassionata di teatro (due suoi testi sono andati in scena nelle scorse edizioni del Napoli Teatro Festival Italia), sperimentatrice di ricette di dolci e pasticceria ha deciso di raccontarsi in un romanzo che miscela passione, memoir personale e leggerezza.

Attraversata da un mix di fiction e di autofiction, che scorre tra Napoli e Parigi, la vicenda di Stella Do Mar, nata nella notte di Natale, è in bilico tra Ragione e Sentimento, tra ritorno alle radici e sguardo verso il futuro.

L’autrice gioca con levità fornendo qui e là segni della propria perizia culinaria senza svelare troppo. Ispirata alla scrittura passionale, sensuale ed esoterica di Isabel Allende con cui sente di avere in comune la curiosità per la memoria familiare, Rosi Padovani si muove tra Scarpetta ed Eduardo, tra la grande pasticceria del Mezzogiorno e la nouvelle patisserie, tra le contraddizioni di un’educazione in una famiglia tradizionale e patriarcale e la voglia di rompere le convenzioni.

Share