L’Italia e Sanremo

L’Italia è il Paese dello sfarzo e delle donne belle? Dell’amicizia e della collaborazione? Della creatività e dell’ospitalità? C’è da chiederselo seriamente perché se il Festival di Sanremo è lo specchio della Nazione, allora dobbiamo riflettere. La cronaca ci racconta di scandali, vergogne, sotterfugi, furberie di ogni genere, da parte del più semplice dei cittadini al più astuto dei  primi cittadini.
Allora: se Morandi è il volto  che piace a tanta parte del pubblico, le sue troppo alte (per lui) ‘collaboratrici’ fanno impazzire gli uomini, le canzoni lamentano temi cari, gli ospiti d’eccezione stupiscono tutti: sì, siamo il Paese dello sfarzo, delle donne belle, eccetera. Come pure delle gare canore e non, dei balletti delle star e delle poltrone. Del Totocalcio e del  Toto-leader. Perché di certezze ce ne sono davvero poche.
Ma immarcescibile, falso,  grandioso e certo, resta lui: il Festival di Sanremo. Da sessantun’anni accompagna la vita dell’italiano medio che, ogni giorno, ne canticchia un motivetto.         

Share