Muratori all’opera per difendere i teatri

Muratori all’opera per difendere i teatri

E’ l’attuale crisi dei teatri l’argomento principale della messinscena di Muratori. Tratto dalla nota commedia di Edoardo Erba, prodotto l’Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro, il testo è trasposto per la prima volta in napoletano, per denunciare la crisi delle sale teatrali e della cultura. Con Massimo De Matteo, Angela De Matteo e Francesco Procopio, diretti da Peppe Miale, lo spettacolo sarà in scena al Piccolo Bellini di Napoli dal 22 novembre all’11 dicembre 2022.

In una notte infinita e sospesa, due muratori sono al lavoro per chiudere con un muro il palcoscenico di un teatro in disuso: l’area è stata ceduta al supermercato confinante che deve ampliare il magazzino. È un abuso, bisogna lavorare in fretta, e i due si impegnano con tutte le loro forze per finire prima che venga il giorno. Ma il teatro è un luogo magico, e profanarlo significa scatenare presenze nascoste, irrazionali, capaci di scavare voragini di emozioni nel cuore dei due ignari manovali. E così i due muratori sono protagonisti dell’incontro con una enigmatica e sensuale signorina Giulia che scompiglierà il loro destino e quello del teatro. “Una commedia – spiega il regista -che alterna momenti comici a momenti poetici, una storia di amicizia, rivincita e conflitti sociali”.

(Foto di Anna Camerlingo)

 

 

Share