Non una storia qualunque

Non una storia qualunque

Continuano i successi per Giuseppe Cossentino, vulcanico sceneggiatore e regista napoletano, che ha scelto il Web come mezzo d’informazione e di creatività. Un continuum di idee e progetti che gli sono avvalsi numerosi premi. L’ultimo è il riconoscimento internazionale assegnatogli dall’Universal Padre Pio Academy, Centro Culturale di Lettere, Arti, Scienze e Musica.

Accanto a lui, a condividerlo, c’è Nunzio Bellino, ormai conosciuto come “l’uomo elastico”. Non un attributo simpatico o divertente, ma la conseguenza di una grave e rarissima sindrome. S’intitola proprio Elastic Heart il cortometraggio (prodotto da Cossentino e Maranò) per il quale i due ormai inseparabili compagni di idee e di avventura, sono stati prescelti.

L’incontro con il giovane Bellino, protagonista del lavoro che parla della sua malattia, ha sollecitato il regista ad approfondire lo sguardo sulle tematiche sociali.  “Non immaginavo che il mio lungo percorso nel mondo dello spettacolo, dagli esordi del radiodramma “Passioni Senza fine” ancora oggi in onda, mi portasse a riconoscimenti internazionali così prestigiosi e di grande spessore; dagli Oscar del web (2015 e 2016), a tanti altri alla carriera”, dichiara il giovane ideatore del primo radiodramma sul web, giunto alla nona stagione, seguito da un elevatissimo numero di ascoltatori e interpretato da attori di qualità.

Appassionato del mondo dello spettacolo, impegnato in teatro da piccolo, Nunzio Bellino è oggi un professionista che dell’arte dice: “Nel suo significato più sublime è l’espressione estetica dell’interiorità e dell’animo umano. Rispecchia le opinioni, i sentimenti e i pensieri dell’artista nell’ambito sociale, morale, culturale, etico o religioso del suo periodo storico. Pertanto l’arte è un linguaggio, ossia la capacità di trasmettere emozioni e messaggi. Tuttavia non esiste un unico linguaggio artistico e neppure un unico codice inequivocabile di interpretazione”.

Con l’amico e collega Cossentino cerca di dare il proprio contributo, a partire proprio dal coraggioso racconto della dura vicenda personale, che lo ha reso forte e consapevole come uomo, nonostante la fragilità del corpo.

“Elastic Heart”, che ha commosso il mondo, è tra i 10 pitch trailer finalisti al festival internazionale “Trailers Film Fest” e sarà proiettato al Palazzo del Cinema di Milano il 9 ottobre 2020.

Sono davvero felice, sto vivendo un momento magico. – commenta Bellino – Nel cortometraggio Elastic Heart, ho raccontato la mia storia, parlo della sindrome rara per la quale ho subito bullismo. Dopo l’uscita sono stato invitato al programma “Storie Italiane” da Eleonora Daniele su Rai1. Da qui non mi sono fermato un attimo: ho girato un cortometraggio pilota di serie tv; uno spot sulle malattie rare al tempo del Covid19 e ho aperto un mio sito di informazione online www.elasticmedianews.it.”

E Giuseppe Cossentino che cosa ha in cantiere? “Ho appena terminato di girare un cortometraggio internazionale molto forte sulla transessualità, intitolato Lucio”.

 

ELASTIC HEART – Short Film Official

https://www.youtube.com/watch?v=6f8TiYrv16k

 

 

 

 

 

Share