Notte d’arte dedicata ai grandi

Notte d’arte dedicata ai grandi

Notte d’arte a Napoli, domani 3 gennaio 2020, con due eventi speciali. Dalle ore 20,30 a Forcella e dalle 20,45 in Piazza del Gesù il concerto dedicato a Renato Carosone (centenario della nascita il 3) e a Pino Daniele (a cinque anni dalla morte il 4). Due ricorrenze, vicinissime, accostano i due artisti, entrambi innovatori della musica napoletana. Due rivoluzioni in tempi diversi che hanno contribuito a non spezzare il filo che parte dalle antiche villanelle e continua a dipanarsi in tutte le arti in questa paradisiaca/infernale città che è Napoli. La sirena alla quale non si può resistere, che affascina e respinge; che emoziona e fiacca.

Renato Carosone

Tanti gli artisti di diverse generazioni coinvolti nel progetto artistico diretto da Gianfranco Gallo e promosso dall’Assessorato alla cultura del Comune partenopeo e della Seconda municipalità. Il tema è l’inclusione, l’abbattimento di tutte le barriere sia fisiche che culturali.

Pino Daniele

Sul palco in piazza del Gesù, Nunzia Marciano, Rosaria De Cicco e Gaetano Gaudiero presenteranno Gianfranco Gallo, Andrea Sannino, Loredana Daniele, Antonio Maiello, Gianni Lamagna, Giovanni Block, SesèMamà, Marco Zurzolo, Capone&BungtBangt, Enzo Savastano, Fabrizio e Aurelio Fierro, La Scalzabanda, Danise #scugnizzodeljazz, Francesco Di Leva, Elvis Esposito, Antonella Prisco, Daniela Fiorentino, Trio Tarantae , Alessandra Vacca, Alessia Moio, Mariano Bellopede, Bianca Gallo, Patrizia Di Martino, Marianna Robustelli, Ivan Castiglione, Vincenzo Pirozzi, 29 e 30, Kafka sui Pattini, Oriana Lippa, Just Sound, Luisa Farina, Soul Food, Roberta Tondelli, Maharina, Lorenzo Girotti, Mariano Lieto, Vox Inside, Antonio Della Ragione, Antonio Spenillo.

Il logo di “Break Napoli” è di Roxy in the Box (grafica Creative AddMaker)

Share