Polvere di stelle

Polvere di stelle

Polvere di stelle è il titolo della dodicesima edizione della rassegna teatrale dell’Accademia Vesuviana del Teatro e del Cinema di Gianni Sallustro che quest’anno prende il via il 12 luglio (fino al 21 luglio) e si svolge al Teatro Di Costanzo Mattiello di Pompei (Via Sacra, Pompei)) e al Teatro Instabile Napoli “Michele Del Grosso” (Vico Fico Purgatorio ad Arco,38). La rassegna è realizzata in collaborazione con la Talentum Production di Marcello Radano.

Polvere di stelle – dice Gianni Sallustro, attore, regista e direttore artistico dell’Accademia Vesuviana del Teatro e Cinema – è la “polvere” del palcoscenico, la polvere del set che magicamente si respira a teatro e a cinema. Una polvere che ha quell’odore particolare che ti porti dietro da casa quando ti trovi con i compagni di palco o di scena a studiare il copione, a lasciarti possedere dal tuo personaggio, ad ascoltare il regista che ti fa ripetere la scena mille volte. Polvere di stelle è anche il profumo di condivisione, di sudore, di rabbia. È l’odore dei drappi del sipario, delle quinte, del set dove resti in attesa che sia il tuo turno, dove assisti i compagni in scena, dove spii il pubblico e le sue reazioni mentre ti rilassi un attimo o dove combatti con la tachicardia prima di tornare in scena”.

Si comincia venerdì 12 luglio alle ore 20 al Teatro Di Costanzo Mattiello di Pompei con ‘O Scarfalietto di Eduardo Scarpetta diretto da Gianni Sallustro.

Il secondo appuntamento è per sabato 13 luglio sempre al Teatro Di Costanzo Mattiello di Pompei con Le belle idee scritto e diretto da Gianni Sallustro. Lo spettacolo, vincitore di numerosi premi, è una riscrittura di personaggi fantastici nati dalla penna di autori come Andersen, i fratelli Grimm, Collodi, Basile, Rodari, Calvino.

Domenica 14 luglio è la volta di Due mariti imbroglioni di G. Feydeau con la riscrittura e la regia di Gianni Sallustro. Uno spettacolo dove si affrontano tematiche come l’onesta, la lealtà, l’ipocrisia, il tradimento, il bullismo, la sincerità.

Martedì 16 luglio va in scena Polvere di stelle, scritto e diretto da Gianni Sallustro. Un giovane regista francese, Molière, trasferitosi in una bellissima città del Seicento come Napoli litiga con gli attori che si rifiutano di interpretare un suo testo teatrale poiché ritengono che il vero teatro sia solo quello dei classici greci.

Taxi a due piazze di R. Cooney è la proposta di mercoledì 17 luglio; un vero e proprio concentrato di equivoci, in un crescendo inarrestabile e incalzante che porterà a un finale inaspettato.

Il 19 e il 21 luglio cambia la location e la rassegna si sposta a Napoli al Teatro Tin dove va in scena Mater Camorra e i suoi figli, adattamento da Brecht di Nicla Tirozzi e Gianni Sallustro che cura anche la regia. La vicenda di “Madre Courage” è ambientata nei vicoli di Napoli e nella provincia napoletana e la guerra dei Trent’anni si trasforma nello scontro perenne fra i clan.

INFO

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Per informazioni: 081 528 94 61- 331 35 32 137

 

 

 

Share