Quartieri di vita

Quartieri di vita

Presentata a Napoli a Palazzo Santa Lucia, la quarta edizione di Quartieri di vita, festival di formazione e teatro sociale diretto da Ruggero Cappuccio, che si avvale del sostegno della Regione Campania, promosso dalla Fondazione Campania dei Festival presieduta da Alessandro Barbano.

La manifestazione è volta all’inclusione e al riscatto, attraverso dodici compagnie teatrali attive a Napoli e in Campania, che promuovono il recupero e la partecipazione dei soggetti deboli. Le compagnie e le associazioni coinvolte sono: il progetto laboratoriale della Fondazione di comunità San Gennaro e gli spettacoli di lunGrabbe, Putèca Celidònia, Muricena Teatro, Napoli Nest Teatro, l’orchestra sinfonica dei Quartieri Spagnoli, Le Voci di Dentro, Teatro Civico 14, Derrière La Scene, Magnifico Visbaal, Hypocrites Teatro, Gli Alberi di Canto Teatro. Il lavoro costruito in questi anni da “Quartieri di vita” coinvolge minori, migranti, detenuti, pazienti psichiatrici, giovani non vedenti dell’istituto Colosimo di Napoli.

La formazione non è solo per attori ma è finalizzata a promuovere tutti i mestieri del teatro, oggi l’unico a occuparsi di interiorità della persona, sviluppando quella grammatica dei sentimenti così carente nello scenario contemporaneo. Sedici gli appuntamenti, che avranno luogo dal 22 novembre al 6 marzo 2020, e si snoderanno tra Napoli, Avellino, Benevento, Caserta e Salerno.

Novità della nuova edizione è la collaborazione con la Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee, presieduta da Laura Valente. Tra novembre e dicembre, il Festival renderà omaggio a Pina Bausch a dieci anni dalla scomparsa, con una videoinstallazione, “Ensembles”, sul Tanztheater Wuppertal, a cura della Fondazione Bausch, presentata dalla Fondazione Campania dei Festival e dalla Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee, installazione ospitata dal 23 novembre al 6 gennaio 2020 (si inaugura il 22 novembre alle ore 19) al Museo Madre. Dal 20 dicembre al 5 gennaio 2020 il pubblico potrà partecipare a workshop condotti dalla coreografa Marigia Maggipinto, danzatrice del Tanztheater Wuppertal. L’omaggio comprende anche il debutto assoluto, al Teatro San Ferdinando di Napoli, il 14 ed il 15 dicembre, di “Another round for five” di Cristiana Morganti, nato da una residenza artistica della precedente edizione del Napoli Teatro Festival Italia. I due progetti godono del sostegno del Goethe-Institut di Napoli e del Ministero Federale degli Affari Esteri di Berlino. Verrà presentata nel corso di una conferenza, organizzata con l’Università degli Studi di Napoli L’Orientale, il 10 gennaio 2020 a Palazzo Du Mesnil, “Esistenze. Drammaturgie arabe tra diaspora e rivoluzione”, antologia dedicata ai testi arabi contemporanei presentati durante l’ultima edizione del NTFI.

Prezzi dei biglietti popolari (3 euro) con il ricavato che sarà devoluto alla Lega antivivisezione e a Tigem Telethon.

 

(INFO 081 18199179 – info@fondazionecampaniadeifestival.it)

 

 

 

Share