San Carlo, stagione 2020/2021

San Carlo, stagione 2020/2021

E’ prevista per il 4 dicembre 2020 l’apertura della Stagione 2020/2021 del Teatro di San Carlo di Napoli con 12 titoli d’opera (di cui 7 italiani), 5 di balletto e 17 concerti.

Taglio del nastro con la “Bohème” di Giacomo Puccini; firma la regia dell’opera Emma Dante, per la prima volta al Lirico per questa nuova produzione. Dirige Orchestra e Coro del Teatro di San Carlo il direttore musicale Juraj Valčuha. L’allestimento sarà ripreso a luglio 2021, con un cast del tutto nuovo, e ancora con Emma Dante alla regia.

Dal 16 gennaio 2021 torna una produzione sancarliana, “Rigoletto” di Giuseppe Verdi, regia di Giancarlo Cobell; sul podio Stefano Ranzani. A febbraio torna Riccardo Muti per dirigere il “Don Giovanni” di Wolfgang Amadeus Mozart, per la regia di Chiara Muti.

Dal 13 al 26 marzo in cartellone un titolo rossiniano, “Il Turco in Italia”, regia di Antonio Calenda; dirige Carlo Montanaro. La “Salome” di Richard Strauss è gradito ritorno al Massimo, dall’11 al 20 aprile, per la regia di Manfred Schweigkofler, direzione musicale di Juraj Valčuha. La protagonista sarà Vida Miknevičiūtė al suo debutto sancarliano. Torna Ferzan Ozpetek con due produzioni di grande successo: dal 30 aprile al 13 maggio: “Madama Butterfly” di Giacomo Puccini, per la direzione di Dan Ettinger con Anna Pirozzi nel ruolo di Cio-cio San e “La traviata”, direttore Karel Mark Chichon. Nel cast Aylyn Pérez e Jessica Pratt nel ruolo di Violetta; George Gagnidze interpreterà Giorgio Germont. Atteso il debutto di Elīna Garanča, mezzosoprano lettone per la prima volta al Lirico nel ruolo di “Carmen”, l’opera di Georges Bizet in scena dal 20 al 26 giugno per la direzione di Dan Ettinger; allestimento di Daniele Finzi Pasca. Dal 23 al 31 luglio in cartellone “L’elisir d’amore”, produzione spagnola, firmata Damiano Michieletto.

A luglio, in piazza del Plebiscito, “Regione Lirica”, uno dei primi festival lirici dopo la pandemia. Il 23 e il 26 luglio inaugurazione con la “Tosca” di Giacomo Puccini, direzione di Juraj Valcuha; voci illustri quelle di Anna Netrebko, suo marito Yusif Eyvazov, Ludovic Tezier. Il 28 e il 31 luglio anche l’“Aida” di Giuseppe Verdi, diretta da Michele Mariotti, ha un eccellente cast: Anna Pirozzi, Jonas Kaufman, Anita Rachvelishvili. Il 30 la “Sinfonia n.9 in Re minore, Op. 125, “Corale”, di Ludwig van Beethoven; dirige Juraj Valcuha.

Dal 12 al 25 settembre “Les pêcheurs de perles”, di George Bizet, vero manifesto di esotismo; dirige Marco Armiliato; regia del giapponese Yoshi Oïda; Lawrence Brownlee nel ruolo di Nadir. Chiusura di Stagione, dal 14 al 24 ottobre, con il musical “My Fair Lady”, di Frederick Loewe; la regia è di Paul Curran.

I Concerti

Intensa la Stagione Sinfonica che apre il 18 dicembre 2020 con il Concerto di Natale diretto da Juraj Valčuha. Il direttore musicale l’8 gennaio 2021 dirigerà il “Requiem per soli, coro e orchestra”, Op. 89 (B. 165) di Antonín Dvořák. Voci soliste il soprano Carmen Giannattasio, Gerhild Romberger (contralto) Maximilian Schimitt (tenore) e Alexander Vinogradov (Basso). Per i cultori del pianoforte imperdibile Evgenij Kissin che eseguirà pagine di Franz Liszt, Carl Maria von Weber, Johannes Brahms. Gradito ritorno di Gabriele Ferro, il 20 marzo, con un concerto che spazia da Hector Berlioz a Maurice Ravel.

Il 31 marzo il direttore israeliano Dan Ettinger, per la prima volta al Lirico, dirigerà il giovane pianista russo Alexander Malofeev nel “Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 in fa” di Sergej Rachmaninov e la “Sinfonia n. 4 in fa minore, op. 36” di Pëtr Il’ič Čajkovskij.

Per gli appassionati del Barocco, il 6 aprile sul podio il direttore inglese John Eliot Gardiner, che dirigerà Monteverdi Choir e English Baroque Soloists. Ancora novità con il Gala Belcanto con Jessica Pratt; il ritorno, il 9 maggio, di Riccardo Muti con i Wiener Philharmoniker; il 16 maggio il concerto della violinista Sarah Chang, diretta da Lera Auerbach. Recital pianistico il 24 maggio con Denis Matsuev; il 6 giugno concerto del violinista Renaud Capuçon e del pianista Guillaume Bellom.

Tre tenori, Francesco Meli, Javier Camarena e Francesco Demuro, il 19 settembre, saranno i protagonisti dell’omaggio a Enrico Caruso in occasione dei 100 anni dalla morte in uno speciale Gala per la direzione di Marco Armiliato.

Grande attesa per Elïna Garanča, il 3 ottobre 2021, in un gala con la direzione del britannico Karel Mark Chichon. Il 6 novembre la Stagione si conclude con l’atteso appuntamento con il direttore Neeme Järvi. Tra le novità, il progetto di residenza musicale, dal 20 al 30 luglio 2021, con il sostegno della Regione Campania, che avrà per protagonisti Daniel Barenboim e la West-Eastern Divan Orchestra.

La Danza

I 5 titoli della danza, tra tradizione e contemporaneo, si avvalgono della Compagnia del Teatro San Carlo, diretta da Giuseppe Picone. Taglio del nastro della Stagione con i due classici “Lo Schiaccianoci” e “Cenerentola” (entrambe coreografie di Picone). Dal 22 al 29 maggio il “Requiem” di Mozart, celebre coreografia di Boris Eifman. Il 30 luglio in scena “Come un respiro/Bolero”, su musiche di Handel, con étoile ospite Svetlana Zakharova. Dal 30 ottobre al 3 novembre 2021 “Balanchine night”, tre pezzi firmati dal grande coreografo russo.

 

 

 

 

Share