SANCARLUCCIO: LES JEUX SONT FAITS

Al via la nuova stagione del teatro Sancarluccio di Napoli, intitolata “Le jeux sont faits, rien ne va plus” che propone un fitto programma di teatro classico, contemporaneo e comico, concerti, poesia, laboratori per adulti e bambini, mattinate e pomeridiane per le scuole, il tutto con speciali card a prezzi ridotti.   Inoltre ospita il festival di Corti Teatrali “La Corte della Formica. “E’ pura follia aver organizzato questa stagione con le difficoltà che incontrano tutti i piccoli teatri come il nostro – spiega Egidio Mastrominico – e ci auguriamo di portare a termine i numerosi impegni con le Compagnie, rischiando con loro”. All’indimenticabile Franco Nico, Pina Cipriani  dedica “E io scrivevo canzoni…”, viaggio alla riscoperta della sua anima musicale e la compagnia teatrale Xoana di Nusco lo ricorda nello spettacolo “Irpinia: 1980-2010. La Cipriani prosegue con il suo percorso di canzoni senza tempo in “Napolinscena” nel tempo di Natale e tutti i fine settimana di giugno e luglio. Un classico del teatro bilingue  è “Hamletelia” da Shakespeare, di Caroline Pagani dal 29 al 31 ottobre. A novembre “Mangiami l’anima e poi sputala” di e con Licia Lanera e Riccardo Spagnuolo. A seguire “Buchi nel cuore” di Pietro Floridia e Angelica Zanardi per dar voce a tutte le donne violate; “Rose rosse” con Enzo De Liguoro; “Il fulmine nella terra- Irpinia 1980” di Mirko Di Martino con Orazio Cerino; “La casa di Bernarda Alba” diretto da Antonio Diaz Florian. Un altro modo per raccontare il Natale è una piccola favola musicale “Very Christmas superstar” ideata da Claudio Finelli. Una“Tombolata show” con Emilio Massa, darà inizio al 2011 in allegria. A gennaio Anna Romano in “Mamma non me l’aveva detto” e “Se mi lasci non vale”, Jolly Roger in “Processo allo straniero” da Albert Camus. Per la settimana della Memoria dal 26 al 29 gennaio “Concentramento”, testo e regia di Roberto Solofria e il 30 la Knorrband in concerto, a febbraio “Fine” di Rosario Mastrota, “Visione- lettura di un film- Il Vangelo secondo Matteo di Pasolini di e con Corrado Parodi; “Primi passi sulla luna” con Andrea Cosentino; “Cechov # 01 un classico” di Carmen Giordano. A marzo “Morano e Rosicca” omaggio a Francesco Feo a 250 anni dalla scomparsa, con Rosa Montano e Giusto D’Auria, “Fedra” con Terry Paternoster, “Il fazzoletto di Dostoevskij di Giuseppe Manfridi, “Povero mostro…” da la Tempesta di Shakespeare, regia di Barbara Petrucci. Di seguito: “Le figurine mancanti del 1978”, di Dario Aggioli, “Ciao bella” con Elvira Frosini, “Ecce Robot!” di Daniele Timpano, “Giovanna D’Arco, eroina o visionaria” di Gianluca Masone, “Ce soir Feydeau” diretto da Roberto Capasso, “Fallen Angels” di Claudio Canzanella.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share