Šostakóvič e Beethoven, concerto in streaming

Šostakóvič e Beethoven, concerto in streaming

Il Quartetto d’Archi dell’Orchestra del Teatro di San Carlo di Napoli è eccellente protagonista del “Quartetto per archi n. 8 in do minore, op. 110” di Dmítrij Šostakóvič e del “Quartetto n. 4 in do minore dall’op.18” di Ludwig van Beethoven. L’ensemble è composto dalle prime parti dell’Orchestra del Massimo napoletano: Cecilia Laca, violino, Luigi Buonomo, violino, Antonio Bossone, viola, Luca Signorini, violoncello.

Il Quartetto, forma di musica da camera perfetta, completa e raffinata, con Šostakóvič, il più grande autore russo del Novecento, raggiunge alte vette. Il “Quartetto per archi n.8 in do minore, op. 110”, scritto nel 1960, è, ad oggi, il più famoso ed eseguito dell’autore russo, che rivela stati d’animo contrastanti. Opera di grande bellezza e drammaticità, composta a Dresda nel 1960, è dedicata alle vittime del fascismo e della guerra, al contempo una sorta di epitaffio dell’autore in omaggio a sé stesso. Dissonanze, acuti e suoni stridenti, con dissolvenza nel nulla raccontano tutta la melanconia e la forza della vita che fugge, nel finale impalpabile – una perla. Grandezza di un’opera, la cui drammaticità è perfettamente in sintonia con il tempo presente.

Una perfetta esecuzione, che prosegue con il “Quartetto n. 4 in do minore dall’op.18” di Beethoven, di grande coinvolgimento, che trasmette una forte carica di ottimismo, è scritta dal compositore due anni prima che sopraggiungesse la sordità e la conseguente crisi esistenziale. Emozionante, impeccabile l’esecuzione del celebre Quartetto d’Archi che, seppure in un Teatro di San Carlo vuoto, lascia percepire fragorosi e meritatissimi applausi.

 

Share