Teatro Bellini 2019/2020

Teatro Bellini 2019/2020

Anche quest’anno la nuova Stagione del Teatro Bellini di Napoli è stata presentata come un happening, realizzato in collaborazione con la Scuola italiana di Comix, nell’incontro di arte visiva, teatro, musica nella “casa del teatro” cittadina.

Taglio del nastro, al Piccolo Bellini, con “Le cinque rose di Jennifer”, omaggio ad Annibale Ruccello, per la regia di Gabriele Russo, una nuova produzione; si prosegue con altri due capolavori del compianto autore, “Notturno di donna con ospiti” con Arturo Cirillo e “Ferdinando” con Gea Martire e Chiara Baffi. Come sempre, si intrecciano spettacoli di drammaturgia nazionale e internazionale, con lo sguardo al classico e al contemporaneo, che si snoda tra la Sala Grande e il Piccolo Bellini.

Quest’anno in cartellone vi saranno “Antigone” di Sofocle; “Dracula” di Bram Stoker, per la regia di Sergio Rubini; Isa Danieli e Enrico Ianniello, madre e figlio in un testo nato in Spagna, tra cinema e teatro; gradito ritorno di Simone Cristicchi e di Carrozzeria Orfeo; “Rumori fuori scena”, per la regia di Valerio Binasco (anche in primavera con “Arlecchino servitore di due padroni”); “Madre Courage e i suoi figli”, con Maria Paiato che torna ne “Il nemico del popolo”, al fianco di Massimo Popolizio; Filippo Timi e il suo “Skianto”; “In nome del Padre” di Mario Perrotta, con Massimo Recalcati; Marino&Ferracane e il nuovo “Il ciclo dell’atropo”; “Stranieri” di Antonio Tarantino.

A dicembre due appuntamenti internazionali imperdibili: “Dr. Nest” di Familie Flöz e la danza visual e travolgente di Stomp. “Abitano il presente” con quattro spettacoli: “Il sogno di Nietzsche”, di Maricla Boggio, regia di Ennio Coltorti; “Muhammad Ali”, drammaturgia di Linda Dalisi, regia di Pino Carbone, con Francesco Di Leva; l’irriverente “Truman Capote. Questa cosa chiamata amore”, di Massimo Sgorbani, regia di Emanuele Gamba; “Hamletmachine”, il dramma di Heiner Müller per l’ideazione, regia e spazio scenico di Sergio Sivori, con Rino Di Martino.

“Notturno di donne”, una scena

Tanti gli attori giovani e premiati che portano in scena la loro scrittura contemporanea: “Per il tuo bene”, di Pier Lorenzo Pisano; “Battuage” di Vuccirìa Teatro; “Guerra Santa” di Fabrizio Sinisi; “La resa dei conti” di Michele Santeramo e due creazioni di Fabio Pisano.

Varia l’offerta dell’attualità che va dalla graphic novel con “Kobane Calling on stage” (tratto da Kobane Calling di Zerocalcare) fino alla “casa chiusa dell’arte” con “Dignità Autonome Di Prostituzione”, in una nuova edizione primaverile. Gabriele Russo dedica un progetto speciale ai giovani attori della “Bellini Teatro Factory”, “Take Four”, a cura del regista, a chiusura dell’ultimo anno di formazione.

Tanti i progetti speciali che vanno dalle Lezioni di Storia (con la casa editrice Laterza), ai concerti, al tango e al ricco calendario di danza internazionale. Il presidente della Scuola Italiana di Comix di Napoli, Mario Punzo, ha presentato la vincitrice del Concorso interno che ha realizzato le tre icone della Campagna abbonamenti 2019-2020, Valentina Galluccio, che ha tenuto una performance live di disegno mentre in altri angoli del Bellini quattro allievi davano vita a disegni e pitture live. Il tutto con un buon sottofondo di musica, danza, interventi dei protagonisti e tanto coinvolgimento giovane.

 

 

 

 

Share