Teatro Scarpetta, stagione 2019/2020

Teatro Scarpetta, stagione 2019/2020

Sesto anno di attività per il Teatro Mario Scarpetta di Napoli, il secondo che ospita una programmazione varia, con noti attori del mondo dello spettacolo partenopeo. “Continuiamo con passione – afferma Giovanni Vigliena, direttore dello spazio di Ponticelli – nel ricordo del compianto attore e regista scomparso”.

Sono tanti gli artisti che si esibiranno e vale la pena di citarli, rigorosamente in ordine di apparizione. Sono: Lucio Caizzi, Tina Femiano, Rosaria De Cicco, Ernesto Lama, Lalla Esposito, Massimo Masiello, Ciro Esposito, Salvatore Catanese, Gabriella Cerino, Peppe Celentano, Francesca Marini, Federica Aiello, Roberto Giordano, Rosario Minervini, Cristiano Di Maio, Mariachiara Vigoriti, Gino Curcione, Massimo Andrei, Salvatore Gisonna, Diego Sanchez.

Dodici spettacoli in cartellone per la stagione 2019/2020, tra prosa, musica, comicità. L’inaugurazione il 27 ottobre 2019 con Lucio Caizzi nel monologo tragicomico “Siamo tutti Online” (tranne i businessmen) di Roberto Russo. Il 10 novembre, Tina Femiano in “OperAperta/Per me Donna”. Regia e selezione musicale di Elena D’Aguanno. Collaborazioni coreografiche di Sabrina D’Aguanno. Brani da Eduardo De Filippo, Manlio Santanelli, Patrizia Rinaldi. Il 23/24 novembre, Rosaria De Cicco ed Ernesto Lama in “Due come noi”, teatro e tradizione tra ironia canzoni e modernità. Il 14/15 dicembre, Lalla Esposito e Massimo Masiello in “Sfogliatelle e altre storie d’amore”. Storie strane d’amore e le canzoni di una Napoli Anni Trenta nel nome dell’emancipazione femminile. 28/29 dicembre, Ciro Esposito, Salvatore Catanese (autori e registi), Rosario Minervini, Cristiano Di Maio, Mariachiara Vigoriti in “Alienati” Cose dell’altro mondo. Un testo sulle mode che cambiano velocemente.

Lalla Esposito e Massimo Masiello

L’11/12 gennaio 2020, Gabriella Cerino e Peppe Celentano presentano “Nzirial Killer” volume 3, (la voce del padrone). Noir napoletano, che si evolve negli anni, con Francesco Luongo e Diego Sommaripa. Il 25/26 gennaio, Francesca Marini in “Edith Piaf e le altre”. Tributo all’usignolo parigino e altre canzoni. Il 9 febbraio, Federica Aiello e Roberto Giordano in “Totò che padre”. Omaggio all’uomo, all’artista e al poeta attraverso aneddoti e ricordi della figlia Liliana. Adattamento e regia di Roberto Giordano. Il 23 febbraio, Massimo Masiello porta “Ode a Viviani” tra vicoli, musica e teatro di un Maestro che “amo in modo particolare”. L’8 marzo, Giornata della donna, Gino Curcione (in panni femminili) propone la sua quasi trentennale “Nummere”. Scostumatissima tombola. Un tuffo divertente nella tradizione partenopea del celebre gioco. Il 5 aprile, Massimo Andrei in “Il cane di fuoco”, Cunti e canti in narrazione bio, favole moderne con Vincenzo de Lucia ed Eduarda Iscaro alla fisarmonica. Il 9/10 maggio, Salvatore Gisonna e Diego Sanchez in “C’era una volta… anzi due!”, moderno varietà a metà tra commedia, spettacolo musicale e cabaret.

Vogliamo portare la gente a teatro, perciò abbiamo stabilito prezzi accessibili a tutti”, dice Vigliena, che si è avvalso della collaborazione artistica del giornalista Giuseppe Giorgio. L’abbonamento a dieci spettacoli, infatti, costa 100 euro.

Share