Un’intuizione necessaria

Un’intuizione necessaria

Un grande team al lavoro per celebrare Gianni Rodari (1920 – 1980), scrittore, pedagogista, giornalista e poeta capace di parlare unico vincitore italiano del Premio Hans Christian Andersen, creatore unico di storie per l’infanzia.  Al Nuovo  Teatro Sancarluccio di Napoli, dove si terrà la prima tappa, è stato presentato il tour nazionale e internazionale dello spettacolo inedito Gianni Rodari, un’intuizione fantastica, prodotto da InScena Nuovo Teatro Sancarluccio e da La Falegnameria dell’Attore, in partnership con Leggimi Forte.

Scritto e diretto da Luca Pizzurro, con Franco Oppini e Gigliola de Feo, e con Maria Teresa Iannone e Matteo Lanzara, lo show rientra nelle celebrazioni promosse dagli editori Einaudi Ragazzi, El ed Emme Edizioni sul sito 100giannirodari.com. Le produttrici dello spettacolo, Giuliana Tabacchini e Gigliola de Feo, motivano la scelta dell’evento perché il 2020 è l’anno rodariano e perché l’autore de “La grammatica della fantasia” è stato rivoluzionario nell’approccio al mondo infantile, entrambe “contagiate” da un sogno. “Rodari significa la capacità di spalancare porte e finestre della mente attraverso l’incantesimo della sovversione, tenendo sempre viva la capacità di stupirsi”, affermano le produttrici. L’autore e regista Luca Pizzurro spiega che parlare di Rodari significa riuscire a guardare dentro di sé, poiché lo scrittore vede qualcosa che gli altri non vedono, ha la capacità di intus-ire, andare dentro.

La storia si svolge in due periodi, gli anni ’60 e gli anni ’70, coinvolgendo il pubblico nel contesto sociale di quegli anni, “testimoniando come sia ancora necessario difendere i principi di libertà e giustizia sociale”, spiega Pizzurro, e la scenografia è modulare, con video mapping e musiche dell’epoca. Il racconto dà voce all’Italia di quegli anni attraverso due persone qualunque, Adua e Palmiro, fratello e sorella che vivono a Milano nel 1964, per poi spostarsi a Roma, a Monteverde, in casa di Gianni Rodari nel giorno della proclamazione del Premio Andersen, il Nobel della letteratura infantile.

Lo spettacolo debutta al Nuovo Teatro Sancarluccio il 27 febbraio (fino al 29 febbraio alle ore 21), il 1 marzo alle ore 18; il 2 e 3 marzo di mattina, per i ragazzi delle scuole. Si prosegue al Teatro Acacia di Napoli, l’11 marzo di mattina, per gli studenti, poi al Teatro Gloria a Pomigliano d’Arco, dal 12 al 15 marzo di mattina e con repliche serali. La produzione approda poi a Roma, al Teatro del Torrino, dal 23 al 25 aprile. Infine, farà tappa a Zurigo e Monaco di Baviera nei prossimi mesi di settembre e ottobre.

 

Share