Tonino, napoletano medio

Anthea Principe

TONINO-NAPOLI: ZERO A ZERO DI ROBERTO RUSSO,  AL TEATRO SANCARLUCCIO DI NAPOLI DAL 13 AL 15 FEBBRAIO

Una scena
Una scena

Crede di dare un senso alla propria vita mettendo in scena un atto eclatante. E’ Tonino, protagonista dello spettacolo Tonino-Napoli: zero a zero di Roberto Russo, in scena al teatro Sancarluccio di Napoli dal 13 al 15 febbraio, prodotto da Arteteca.

Si barrica sul terrazzo di casa con un rumeno-kamikaze per porre fine ai suoi guai, alle sconfitte, alle delusioni.

Accompagnato dalla fisarmonica di Vittorio Cataldi, Agostino Chiummariello è l’interprete del napoletano medio: cinquant’anni, una vita senza picchi, in un condominio amministrato da Gino De Pallistris, se la prende con tutti, soprattutto con il Nord, causa di ogni male.

La piéce si apre con la canzone “Meravigliosa città” scritta da Russo e musicata da Antoine che la canta in scena. Il risultato pari è quello della partita di Tonino con la vita, con la città, con se stesso. Un monologo arrabbiato, di volta in volta “aggiornato”, spiega l’autore “perché seguo gli avvenimenti di cronaca più vicini a noi”.

Ruolo comico per Chiummariello, attore proveniente dalla ricerca teatrale e interprete di parti, come dire serie. Testo insolito per Russo, autore solitamente d’impegno. “Ma io non mi fossilizzo – spiega – mi piace muovermi su diversi piani. Qui c’è Scarpetta ma anche Gogol. Spazio tra gli argomenti che più mi intrigano”.

Il teatro Sancarluccio: “un tempio” per Chiummariello. “Un’atmosfera” per Russo. Insomma, uno spazio storico da far vivere.

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web