A.D.E. iI mito si trasforma in dramma

Anita B.Monti

S’intitola A.D.E. A.lcesti d.i E.uripide il testo scritto e diretto da Fabio Pisano. Lo spettacolo sarà in scena a Sala Assoli di Napoli (venerdì 5 e sabato 6 ore 20.30; domenica 7 ore 18). In scena, Raffaele Ausiello, Francesca Borriero, Roberto Ingenito; accompagnati dalle suggestioni sonore di Francesco Santagata; i costumi sono di Rosario Martone; le scene di Luigi Ferrigno.

IL DRAMMA

«Sia da un punto di vista estetico che etico, percepisco un crescente allontanamento dal genere, a vantaggio del dramma. – spiega Fabio Pisano – Oggi non siamo più in grado di introitare le tragedie ma diamo alle stesse il nome di “dramma”; non si tratta, credo però, di un semplice errore formale, ma di una deliberata volontà di schivare le conseguenze che una tragedia, se riconosciuta e nominata tale, si porta dietro. E così ecco che a prevalere sono i drammi delle piccole cose, quei piccoli traumi quotidiani che però segnano e si trascinano conseguenze nel tempo; quei piccoli traumi tanto cari al dramma borghese, che ha “divorato”, quasi fino alla sua scomparsa, la tragedia.

A.D.E. Primavera

A.D.E. prova a fare questo, prova a mettere di fronte ad una tragedia, i piccoli drammi che vivono o che hanno vissuto i protagonisti, coloro cioè i quali restano in vita, mentre Alcesti è ancora lì, esposta, come monito o chissà forse, trofeo. Infine il coro. Il coro ossia la voce del popolo (come la intende in questa tragedia, lo stesso Euripide). Il coro che assiste, commenta, elogia il gesto tragico; il coro unica traccia, ormai sempre più sbiadita, di una tragedia.

Si lavorerà soltanto intorno alla teca, oggetto funebre e al contempo espositivo d’un corpo che non rappresenta più soltanto la tragedia, ma è viatico per ogni singolo, piccolo dramma. I costumi sono stati rielaborati, perseguendo l’obiettivo della “discrezione”, del “minimale”, lavorando sull’eterno e affascinante contrasto tra il nero e il bianco».

INFO

Costo del biglietto per gli spettacoli: intero 18 euro; ridotto 14 euro Per info e prenotazioni: 345 467 9142 – assoli@casadelcontemporaneo.it

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web