Antonella Morea canta Gabriella Ferri

Redazione

Antonella Morea
Antonella Morea

Si chiude nel nome di una grande (spesso dimenticata) artista il Festival Furore a scena aperta, versione estiva della rassegna “Il teatro cerca casa”, che in inverno si svolge in appartamenti privati. Il 13 settembre andrà in scena nello splendore della Costiera Amalfitana, l’ultimo spettacolo in programma: …io la canto così! Omaggio a Gabriella Ferri da parte di Antonella Morea nella Sala Fellini-Poggio La Vela alle ore 20,30. L’artista sarà accompagnata dai musicisti Franco Ponzo alla chitarra e Vittorio Cataldi alla fisarmonica e violino, diretti da Fabio Cocifoglia. Un tributo al “mito” che la Morea ricorda così: “Un giorno passeggiavo per le strade di Roma – racconta la cantattrice – sono entrata in un negozio e ho visto lei, Gabriella Ferri, il mio mito da ragazzina. Piena di bracciali, collane, anelli, tutta colorata… come sempre, ma quasi non la riconosco. La mente allora è volata a quando mi vestivo tale e quale a lei, capelli rigorosamente biondi con la frangia, trucco da trincea, il rimmel sugli occhi, due linee di filo spinato, il fondotinta un campo minato”. Da sempre definita la Ferri napoletana, Antonella Morea si esibirà in un recital che racconta la storia, propone brani divenuti celebri, racchiude gli stornelli romani, ricorda quella che Federico Fellini definì “una voce, una faccia, un clown”. Come sempre, dopo lo spettacolo il pubblico potrà dialogare con gli artisti, assistere alla critica live di un giornalista esperto di teatro, e poi gustare una cena preparata con i prodotti tipici furoresi. Per prenotare: www.ilteatrocercacasa.it.

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web