Centro Teatro Spazio, 2015/2016

Anita B.Monti

Vincenzo Borrelli e Cristina Ammendola in "Fobos"
Vincenzo Borrelli e Cristina Ammendola in “Fobos”

Ricorda i tanti artisti che sono passati al Centro Teatro Spazio di San Giorgio a Cremano, presentando la stagione 2015/2016. Quella che fu la casa di Massimo Troisi, che ne vide i suoi esordi e poi il successo, rivive da vent’anni ad opera della famiglia Borelli. Vincenzo, il direttore artistico, li cita tutti: Pupella Maggio, Lello Arena, Enzo De Caro, Fiorenzo Serra, i Zezi, le Nacchere rosse, i Popularia, Patricia Lopez, la New York City Band; Mico Galdieri, Tato Russo, Antonio Ferrante, Leopoldo Mastelloni, Peppe Lanzetta, Nuccia Fumo, Antonio Allocca, Maria Basile, Teresa Saponangelo, Pietro Pignatelli, Marco Zurzolo, Massimiliano e Gianfranco Gallo, Cristina Donadio, Corrado Taranto, Alessandro Siani, Paolo Caiazzo, Maria Bolignano, Ardone, Peluso, Massa, Nunzia Schiano, Gea Martire, Tina Femiano, tra gli altri. “La storia resta nelle menti di chi ha vissuto quel presente, – dice – ma nel presente dell’oggi la storia di ieri non può fare a meno di essere narrata per non essere dimenticata e vivere ogni giorno infondendo lo spirito dei tempi nelle persone che calcano quegli scenari”. Per questo non è diventato “un museo”.

In questo spazio, che ha l’aspetto del salotto di casa per l’atmosfera, ma che è un vero e proprio accogliente teatro, si svolgeranno diverse attività. La prosa, innanzitutto, che si apre alle opere delle nuove generazioni, eventi, progetti. ‘O Curto (31 ottobre e 1 novembre), festival di corti teatrali; Vesuvio Underground (11-12 dicembre), che dà la possibilità ai giovani musicisti e band emergenti dl territorio di esprimersi; l’Accademia di formazione; nasce la rassegna amatoriale; la Rete con Ztn e Tan.

In cartellone: Julie, tratto dal lavoro di Strindberg, inaugura dal 6 all’8 novembre, diretto da Vincenzo Borrelli; Domenico Orsini metterà in scena “Due fori nel cappello” (14 e 15 novembre); Davide Sacco dirige “Virginia e sua zia” di Manlio Santanelli, con Gina Perna; Simone Somma firma la sua prima regia, “Poesie su carta igienica di una fredda serata estiva; Igor Canto e Cristina Recupito rappresentano “Paolo Borsellino, l’ultimo istante” (vincitore del primo premio della rassegna “O’ Curto” dell’anno scorso). Due i lavori di Niko Mucci: “Visite” e “Sigmund e Carlo“; Roberto Giordano interpreterà “Napoletani di…versi” , da lui scritto, diretto e interpretato; “Volgarità gratuite a un prezzo ragionevole“di Maurizio D. Capuano, cui seguiranno “Scarpe di Mizan” di Daniele Marino, sull’immigrazione, Gianluca d’Agostino metterà in scena “L’anniversario“; Giovanni Meola ripropone “Il Summit di Carnevale“; “Scacco matto in cinque mosse” diretto da Salvatore Maiorino con Massimiliano Rossi e Maria Rosaria Virgili.completano la programmazione le altre regie di Vincenzo Borrelli: “Fobos“, da lui anche scritto; “Cari stramaledettissimi amici” di Emanuele Alcidi; “Io sono Giacomo Casanova” di Maurizio Tieri che co-dirige; “Festa di compleanno” di Angela Matassa e Giovanna Castellano.

 

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web