8 marzo delle bambine

Redazione

ESSERE SOLIDALI CONTRO L’EMERGENZA TERRORISMO

Bimbe dei paesi in guerra
Bimbe dei paesi in guerra

 

Gentile donatore,

“L’istruzione è l’arma più potente che abbiamo per cambiare il mondo”, diceva Nelson Mandela. In molti, troppi Paesi andare a scuola è un gesto pericoloso, per una bambina.

Nella Nigeria flagellata dai terroristi di Boko Haram, nelle aree della Siria e dell’Iraq sotto il dominio del “Califfato”, come anche nelle zone di Pakistan e Afghanistan controllate dai Talebani, le scuole e chi le frequenta sono bersaglio di violenze senza precedenti: l’obiettivo dei terroristi è colpire l’istruzione per negare la dignità e l’autonomia delle bambine e delle giovani donne.

Uno studio delle Nazioni Unite rivela che sono ben 70 gli Stati in cui, negli ultimi 5 anni, sono stati documentati attacchi contro le scuole. Nella maggior parte dei casi, le bambine e le ragazze sono state deliberatamente prese di mira perchè, come dice il Nobel per la pace Malala Yousafzai (17 anni) “gli estremisti hanno dimostrato cosa li terrorizza di più al mondo: una bambina con un libro!”

Di fronte a questa violenza, l’UNICEF oppone con tenacia il diritto fondamentale di ogni bambina ad avere un’istruzione libera e di qualità.

 

Per questo chiediamo il tuo aiuto ora: dona per l’istruzione delle bambine.

 

Comitato Italiano per l’UNICEF Onlus

 

 

Per informazioni: Comitato Italiano per l’UNICEF Onlus – Via Palestro, 68 – 00185 Roma

Numero Verde 800-745.000 |Codice Fiscale 015 619 205 86 | www.unicef.it/siria – donatori@unicef.it

L’UNICEF è anche su Facebook, Twitter, Google+

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web