Festival… panoramico

Anita B.Monti

Giuliana de Sio
Giuliana de Sio

Si apre domani il Positano Teatro Festival – Premio Annibale Ruccello con lo show di Gino Rivieccio “Io e Napoli”. Comicità elegante e riflessioni sulla città, portate in scena con la voce di Fiorenza Calogero e il pianoforte di Antonello Cascione.

Dopo l’anteprima del 30 luglio alla Garitta inizia ufficialmente la dodicesima edizione della kermesse, diretta da Gerardo D’Andrea sulla cittadina della Costiera. Sette palcoscenici, panorami mozzafiato che fanno da scenografia naturale ai sedici spettacoli del cartellone 2015.

Fino al 12 agosto Positano sarà città spettacolo con i suoi mille angoli e scorci, coinvolti nei quattordici giorni di programmazione, con repliche e novità.

L’anteprima il 30 luglio, con la tradizionale parata del Carrello dei comici, condotto dall’attore e cantante Mario Zinno che con e trenta ballerine, coinvolge con canti, danze e storie di Pulcinella, il pubblico di grandi e piccini per le vie del centro. E per l’occasione Enzo Moscato ha composto la poesia “Zezeria ‘e Pullecenella”.

Sabato 1 agosto a Nocelle il recital “Gli amici se ne vanno-Le note ineguali di Umbeto Bindi”, interpretato e diretto da Massimo Masiello. Omaggio al discusso cantautore, con gli arrangiamenti del gruppo Letti Sfatti.

E sarà prosa domenica 2 agosto a Montepertuso, con “Le statue movibili” di Antonio Petito che il regista Lello Serao reinterpreta con una compagnia di giovani attori e la partecipazione straordinaria di Nunzia Schiano e Niko Mucci.

Lunedì 3 agosto il Teatro Giardino di via Pasitea ospiterà il ritorno di Antonella Morea, che quest’anno presenta “Io la canto così”, omaggio teatrale e musicale a Gabriella Ferri, scritto e diretto da Fabio Cocifoglia.

Per la prima volta a Positano, nel suggestivo borgo di Liparlati, arriva Rosalia Porcaro. Nota al pubblico per i personaggio televisivi Veronica, Assundan, Natasha, propone il suo “Donne”, il 4 agosto.

Dal 5 in poi il Festival si svolgerà al Teatro Giardino, dove ritorna Paolo Graziosi. L’attore, particolarmente legato al Festival, sarà in scena con Elisabetta Arosi e Valeria Patera in “Mal Mediterraneo” di Ugo Ronfani.

Serata piena il 6 agosto. Prima dello spettacolo ci sarà la consegna del Premio Annibale Ruccello, che quest’anno è stato assegnato a Giuliana De Sio. Attrice poliedrica, sta portando in giro da molti anni “Notturno di donna con ospiti” del drammaturgo stabiese. Riceverà la scultura realizzata da Riccardo Dalisi. Subito dopo, sarà rappresentato “Franceschiello – un Amleto re di Napoli”, studio shakespeariano di e con Carmine Borrino e le musiche di Lino Cannavacciuolo.

Il 7 agosto sarà di scena “Ombretta Calco”, monologo di Sergio Pierattini con Milva Marigliano, diretto da Peppino Mazzotta, già premiato a Positano.

L'opera di Riccardo Dalisi
L’opera di Riccardo Dalisi

Ironico graffiante “Non farmi ridere sono una donna tragica”, spettacolo sull’amore, scritto diretto e interpretato da Massimo Andrei, in scena con Gea Martire, sabato 8 agosto. Sul più importante dei sentimenti si esibirà anche Roberto Azzurro nel monologo di Manlio Santanelli “La Venere dei terremoti”. Il 9 agosto.

Il 10 agosto il Nest – Napoli Est Teatro presenta “Love mombing”, storia di fantapolitica scritta e diretta da Giuseppe Miale Di Mauro, con Gennaro Di Colandrea, Giuseppe Gaudino, Stefano Jotti, Adriano Pantaleo, Giampiero Schiano, Andrea Vellorri.

L’11 agosto sarà dedicata al “Teatro che verrà” con tre pièce, selezionata dalla rassegna “La Corte della Formica”.

Il Festival si chiuderà il 12 agosto con “Le disavventure di Mr. Alone”, interpretato dal mimo-attore Sergio Di Paola, per la regia di Lucio Allocca, che riceverà il Premio Pistrice-Città di Positano.

La rassegna “offre uno sguardo sulla drammaturgia contemporanea, italiana e straniera – precisa Gerardo D’Andrea – Ci piace sottolineare l’entusiastica partecipazione di grandi protagonisti della scena italiana. Nel ricordo del compianto Annibale Ruccello”.

E il sindaco di Positano, Michele De Lucia, che sostiene da anni la manifestazione,auspica che si allarghino i confini e che l’appuntamento con il teatro e la musica a Positano diventi di livello regionale. E annuncia un’altra novità: la costruzione di un anfiteatro che dalla Farmacia giungerà alla spiaggia.

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web