Fragilità e ossessioni umane

Redazione

Una scena
Una scena

E’ tra gli appuntamenti di punta della stagione teatrale italiana quello proposto in esclusiva dal Teatro Stabile di Napoli il 17 e 18 novembre presso il Teatro di San Carlo di Napoli, dove andrà in scena: Liturgia Zero con la regia di Valery Fokin.

Tratto dal romanzo Il giocatore di Dostoevskij su adattamento teatrale dello stesso Fokin e di Alexander Zavyalov, Liturgia Zero è interpretato da un cast di 19 attori, accompagnati in scena da 6 musicisti per le musiche originali di Alexander Bakshi e la direzione di Ivan Blagoder.

Pubblicato nel 1866, il romanzo è il più autobiografico del grande scrittore russo, aspetto sul quale ha puntato il regista. Narra la vicenda di Aleksej Ivanovic, precettore presso la famiglia di un generale, e del suo sprofondare nella dipendenza dal gioco d’azzardo, complice la figliastra del generale, Polina, di cui Ivanovic è perdutamente innamorato senza essere ricambiato. Con loro, sull’immensa roulette/scena, si muove una galleria di figure e personaggi a disegnare un inquieto, dolente paesaggio esistenziale.

Un’opera, tra le più taglienti ed efficaci di Dostoevskij”, sottolinea Fokin.

Liturgia Zero, che debuttò nel 2012 al Teatro Alexandrinsky di San Pietroburgo e poi rappresentato in diversi teatri e festival, è il nuovo incontro del regista russo (direttore del teatro di San Pietroburgo ed esponente di spicco della scena teatrale internazionale) con l’opera di Dostoevskij, autore del quale nel corso della carriera ha messo in scena La moglie altrui e il marito sotto il letto, Memorie dal sottosuolo, Bobok, Il sosia.

In scena gli attori Anton Shagin, Alexander Polamishev, Alexandra Bolshakova, Igor Volkov, Alexander Lushin, Sergey Parshin, Tikhon Zhiznevsky, Maria Lugovaya, Era Ziganshina, Sergey Yelikov, Vasilisa Alexeyeva, Maria Zimina, Elena Vozhakina, Ivan Yefremov, Victor Shuralev, Ruslan Meshchanov, Sergey Sidorenko, Igor Kroll, Kirill Zamyshlayev, con i musicisti Ivan Bezborodov, Dmitry Zotin, Konstantin Kolesnikov, Igor Mamay, Andrey Ogorodnikov, Svyatoslav Chereshnichenko, Alexander Shcherbakov.

Le scene e i costumi sono di Alexander Borovsky; il disegno luci di Damir Ismagilov; le coreografie di Igor Kachayev.

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web