I colori della musica

Maresa Galli

Francesco D'Orazio e Paolo Nuti
Francesco D’Orazio e Paolo Nuti

Si svolgerà al Teatro Delle Palme di Napoli la prima edizione della rassegna Music Colours: classica, jazz, pop in programma dal 14 marzo al 25 aprile 2016.

Il progetto fonde diversi linguaggi musicali perché non esistono steccati, ma solo buona o cattiva musica, per dirla con Ellington. Bruno Tabacchini, direttore artistico della sala di Chiaja, Dino Piretti, direttore edizioni produzioni musicali di Rai Trade e Luigi Taglioni, responsabile del settore “Musica Contemporanea” della Rai, raccontano il cartellone che intende diventare evento fisso, “una stagione musicale in un teatro di prosa”, spiega.

Taglio del nastro con Francesco D’Orazio e Paolo Nuti che proporranno pagine di Beethoven, Ravel, Busoni il 14 marzo alle ore 18.00.

Bach, Schumann, Schubert saranno il programma del concerto del 21 marzo con Luca Sanzò e Maurizio Paciariello. Tocca ad un Maestro del jazz, il 25 marzo, raccontare mirabili momenti: l’Enrico Intra trio, composto dal celebre pianista, Marco Vaggi al contrabbasso, Tony Arco alla batteria. “Eseguirò cellule di un minuto e mezzo realizzate su una tastiera e registrate, frutto di pura improvvisazione – spiega Intra – ricorro alla tecnica audiotattile, raffinata pedagogia applicata alla musica di Vincenzo Caporaletti, per le composizioni. Le mie dodici cellule saranno il punto di partenza per una musica senza mediazione, nata dal pensiero ed eseguita”. Intra racconta il suo periodo a Napoli, anzi, a Procida, quando veniva per registrare “Sotto le stelle” con Walter Chiari, racconta i concerti degli anni ’70 e come sia raddoppiato il pubblico del jazz, gli anni d’oro della musica che andrebbe definita “pesante”, se esiste quella “leggera”…

Imperdibile anche il 1° aprile il Living Coltrane 4tet : omaggio a “A love Supreme” di John Coltrane” filtrato alla luce di sensibilità artistiche uniche: Stefano Cocco Cantini, sassofoni, Francesco Maccianti, pianoforte, Ares Tavolazzi, contrabbasso, Piero Borri, batteria.

Altro grande evento il 15 aprile, dopo un tuffo nella classica con Andrea Bacchetti che il 4 aprile eseguirà brani di Bach e Mozart, con Mocata Scaglia Wertico Trio. Ci si attenderebbe un omaggio a Metheny mentre invece, come racconta Fabrizio Mocata, pianista e compositore, il trio eseguirà musiche di Puccini con arrangiamenti di Mocata, in chiave jazz, nonché melodie italiane rivisitate in modo assolutamente personale. Con Mocata suonano Gianmarco Scaglia, contrabbasso e Paul Wertico (batterista del Pat Metheny Group).

Si volta pagina con Tosca e il suo spettacolo “Appunti musicali dal mondo”, racconto in musica che spazia dal fado portoghese alla ninna nanna russa, da un canto sciamano ad un canto Yiddish fino ai classici napoletani, romani e siciliani intercalati da versi poetici. Gli Appunti nascono in formazione duo e si raccontano ora con un quintetto.

L’11 aprile sarà la volta de “Il mare di mezzo: musiche senza confini…canzoni e danze” di Claudio Ferrarini e Emanuele Rastelli. Il 14 aprile Neri Marcorè, anche buon cantante e Edoardo De Angelis saranno i protagonisti di “Due amici dopo cena – tra chiacchiere e canzoni”, musica e conversazioni tra cantautori e buon vino.

Il 25 aprile gran finale con la classe di Enrico Pieranunzi, pianoforte e Rosario Giuliani, sassofoni.

Prezzi contenuti per i biglietti e musica di qualità, imperdibile nella dimensione teatrale che avvicina pubblico e maestri per condividere emozioni.

 

 

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web