I videomessaggi dell’imperatore

Redazione

Una scena
Una scena

E’ liberamente ispirato alla versione del 1941 del testo teatrale Caligola di Albert Camus, lo spettacolo Io, sono invincibile diretto da Pako Ioffredo, che andrà in scena venerdì 12 e sabato 13 febbraio al Nuovo Teatro Sanità di Napoli. Ambientata nell’era dei social, la storia del terzo imperatore romano Gaio Giulio Cesare Germanico, noto con il soprannome di Caligola, esprime il dramma esistenziale dell’uomo moderno. In scena: Alessandro Errico, Demi Licata, Arturo Muselli, Francesco Nappi e lo stesso Ioffredo.

Un forte ruolo hanno nella regia i mezzi di comunicazione. Infatti, come nelle nostre case, sulla scena, Facebook scandisce i momenti topici del dramma e indica lo stato di gradimento dei sudditi dell’Imperatore. Così le dichiarazioni di Caligola diventano videomessaggi volti a esaltarne la vanità. Ma al di là di ogni connotazione temporale e spaziale – che restano volutamente indefiniti –, il regista restituisce al pubblico un Caligola preda delle passioni e, oscillando tra momenti di introspezione e momenti di gioco, si svelerà un altro “io” capace di togliersi la maschera e scoprire l’invincibilità del cuore.

“In un’epoca in cui ognuno tende alla chiusura e all’individualismo sfuggendo alle relazioni umane, il Caligola di Camus diventa il più realistico e sincero specchio della nostra società, – dice il regista – rivelando il vuoto esistenziale dell’uomo e il nichilismo del mondo in cui vive: un vuoto generato dall’assenza di amore e dall’incapacità di cogliere la bellezza e la poesia”.

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Nuovo progetto

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web