“Il cavalieRE”, debutto nazionale

Anthea Principe

Debutta, in prima nazionale assoluta, nello storico spazio Theatre De Poche di Napoli, “Il cavalieRE“, scritto e diretto da Igor Geat, con Andrea Colangelo e Rafael Dumas. Lo spettacolo sarà in scena nei giorni 6 e 7 aprile 2024 , rispettivamente alle ore 21 e alle ore 18 30. Liberamente tratto dal Don Chisciotte di Cervantes, è inserito nella Trilogia sulla libertà di Igor Geat.

LA VICENDA

Fa da sfondo alla vicenda la Battaglia di Lepanto. La lotta, per il controllo del Mediterraneo, vede contrapporsi l’Impero d’Occidente, rappresentato dalla coalizione cristiana promossa da Papa Pio V, alla quale partecipano Spagna, Venezia, Roma e altri Stati italiani, al comando di don Giovanni d’Austria, contro l’Impero d’Oriente.

Sulla galea Marquesa, che fa parte della flotta della Lega Santa, s’imbarca come soldato, Miguel De Cervantes Saavedra. Nella battaglia rimane ferito da un’archibugiata e perde per sempre l’uso della mano sinistra. Viene ricoverato per alcuni mesi all’ospedale di Messina. Nel 1572 e 1573 è impegnato in azioni militari tra la Tunisia e la Grecia.

Il CavalieRe

Nel 1575 parte da Napoli per la Spagna con alcune lettere di raccomandazione che dovrebbero procurargli il comando di una compagnia. Ma la galea Sol sulla quale viaggia viene assalita dal rinnegato Arnaut Mami, ammiraglio e comandante supremo dei vascelli islamici nell’Algeria ottomana.

Cervantes viene catturato dai pirati e tenuto in cattività per cinque anni fino al pagamento del riscatto. È il 24 ottobre del 1580.

L’AUTORE 

Il Don Chisciotte… – scrive Igor Geat – Un’opera letteraria di incredibile successo, forse il romanzo più noto nell’intero panorama letterario del mondo occidentale”.

E poi, annota ancora l’autore, spiegando l’operazione che l’ha condotto a “Il CavelieRE” : “La scrittura scenica de “Il CavelieRE” muove dal principio che il romanzo del Don Chisciotte sia una elaborazione postuma dei traumi vissuti in guerra da Cervantes stesso, una sorta di processo post traumatico che, in seguito alla rimozione coatta dell’esperienza vissuta con la bat- taglia di Lepanto, aggravata della prigionia, è sublimato nella scrittura e si è tradotto nel celebre romanzo che tutti conosciamo, il Don Chisciotte”. 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web