Il grande jazz con Galli e Amazio

Angela Matassa

Sarà protagonista per la rassegna Il Teatro cerca casa, sabato 12 novembre 2022. Maresa Galli, vocalist jazz, compositrice e musicista, in duo con il maestro Enzo Amazio, porterà in un salotto privato napoletano il concerto Sketches of swing and latin jazz. Una carrellata di grandi maestri, intervallati da parentesi di prosa e aneddoti.

Galli, quando nasce la sua passione per la musica?

“Sin da piccola. Nella mia famiglia si coltivava la passione per la musica: mia madre suonava pianoforte e fisarmonica, cantava e, noi, bambini scatenati, la seguivamo cantando in coro. Mio zio, le mie cugine cantavano, accompagnandosi con la chitarra: gli appuntamenti familiari erano veri e proprio concerti! In Chiesa ero voce solista e a sedici anni iniziai lo studio del canto con mia zia, Maria Rovani Sepe de Maria, un soprano lirico eccezionale. Ho studiato chitarra, scritto canzoni e suonato in tanti gruppi, una grande palestra”.

Quando scopre la predisposizione per il jazz?

Enzo Amazio

“Dopo i vent’anni. Ascoltavo i dischi di jazz di mio padre, una folgorazione. Ho sempre amato le grandi voci: della lirica, del pop, del rock, della musica napoletana… Poi Ella Fitzgerald, Billie Holiday, Sarah Vaughan mi sono entrate nel cuore, così come i grandi compositori: Ellington, Gershwin, Carmichael, Jobim… Da allora mi sono dedicata con passione solo al genere”.

Quanto corrisponde alla sua personalità questo genere musicale?

“Fa proprio al caso mio: il jazz è un modo di essere, rigorosi e liberi allo stesso tempo, improvvisando su uno stesso brano, ogni volta in modo diverso. Fantastico!”

Lei ha anche un’altra passione: il giornalismo. Si completano o sono due mezzi per esprimersi?

“Proprio così, si completano. Da tanti anni racconto eventi culturali e artistici attraverso il giornalismo e non saprei/vorrei fare altro. Nello stesso tempo non posso fare a meno di esprimermi attraverso la musica e da sempre mi accompagnano brillanti maestri del jazz italiano”.

Maresa Galli (foto di Gilda Valenza)

“Con la classica formazione jazz: pianoforte, contrabbasso o chitarra, batteria. Per il Teatro Cerca Casa suono in duo con il maestro Enzo Amazio, brillante chitarrista e compositore. Nel viaggio sonoro, “Sketches of swing and latin jazz”, raccontiamo, nel nostro stile, la musica dei grandi autori succitati”.

Progetti futuri?

“Sì, immagino un concerto sempre più reading, per condividere belle pagine di jazz e momenti storici legati alla vita delle vocalist “divine” oggi osannate, un tempo fatte oggetto di razzismo in quanto donne e per il colore della pelle, un doppio stigma. Eppure, con coraggio e con passione, hanno fatto scuola, regalandoci autentici capolavori e soprattutto interpretazioni, pietre miliari del canto”.

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web