“Il modello di Rodin” di Antonio Mocciola

Maresa Galli

Ha abituato pubblico e critica ad opere teatrali assolutamente personali, forti, che intrecciano eventi storici e pure emozioni, frutto di accurate ricerche e di originale reinvenzione. Antonio Mocciola, autore, scrittore, drammaturgo, cura testo e regia de “Il modello di Rodin”, aiuto regia Barbara Lafratta, in scena dal 23 al 25 febbraio al Nouveau Theatre de Poche di Napoli. Auguste Rodin per la sua opera “L’età del bronzo” utilizza come modello il giovane soldato belga Auguste Neyt, che posò nudo.

Locandina dello spettacolo

Per la perfezione della sua opera, Rodin fu accusato ingiustamente di averla costruita direttamente su un modello vivente, un vero e proprio calco. Il grande realismo, la maestria nel catturare tutta l’energia e la fisicità umana fecero di Rodin il più importante artista della sua epoca. Mocciola ridà corpo e anima ad Auguste Neyt, un bravo e carismatico Giordano Bassetti che recita nudo e senza oggetti scenici, il ruolo del modello dell’opera più famosa e scandalosa di Rodin.

Nel suo monologo il giovane soldato belga diviene pian piano dipendente dalle attenzioni del Maestro, dai suoi occhi magnetici che sembrano spogliarlo. Neyt lo desidera, lo asseconda, per lui si annulla, incarnando il perdente, l’antieroe, lo sconfitto, la Francia umiliata dalla Prussia nel 1870. La dolorosa dipendenza materiale e affettiva di Neyt, il suo abbrutimento, il suo corpo in catene, nudo, sanguinante, l’umiliazione di essere ignorato mentre urla con tutta la sua forza il desiderio, lo precipitano nell’abisso.

“In un torbido gioco sadomasochistico, si scolpisce per sempre –  spiega il regista – assieme a una statua di spaventosa verità, che farà scandalo – il rapporto umano, e un po’ divino, tra creatore e creatura”. Neyt tornerà, finalmente libero dalle catene del Maestro, a respirare l’aria di Parigi, rinato dalle ceneri. Un lavoro non facile, che emoziona e coinvolge. Tanti applausi a tutte le repliche.

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web