In un labirinto mobile

Redazione

Fino al 28 luglio 2013, Asylum Anteatro nel quartiere Vergini a Napoli, in collaborazione con Teen Théâtre e col patrocinio dell’Istituto Patafisico Partenopeo, presenta Pietro il Matto di Mimmo Grasso e Massimo Maraviglia (che lo dirige), scritto pensando al Peer Gynt di Henrik Ibsen. Con Elisabetta Bevilacqua|Rosario D’Angelo|Silvio De Luca|Alessandro Errico, Rosario Giglio, Giulia Musciacco|, Ettore Nigro, Cira Sorrentino e la Compagnia Asylum 2013.

Una scena
Una scena

Pietro il Matto è il nuovo spettacolo itinerante prodotto dall’Asylum Anteatro ai Vergini, un labirinto mobile in cui entrate e uscite non sono obbligate. E allo spettatore, più che di assistere a uno spettacolo, viene chiesto di entrare in un mondo e di compartecipare alla sua costruzione. È stato scritto pensando al Peer Gynt di Henrik Ibsen, gli autori – Mimmo Grasso e Massimo Maraviglia, ne hanno amato l’esuberanza immaginifica e il principio motore: l’idea di un uomo che combatte la sempiterna e comune battaglia tra la necessità del finito e il desiderio d’in-finito.

Pietro il Matto – spettacolo non unilineare in cui molte scene si ripetono e altre sono in simultanea, senza scenografie se non quelle naturalmente offerte dal luogo della rappresentazione, senza luci se non quelle naturali o fatte di lumi a candela – è un’ideale caccia al tesoro al Pietro che è in ognuno di noi («una sorta di poeta matto, il personaggio “incompiuto” di una favola inquieta in cui tutto è possibile»), un costruire e decostruire le possibili storie di Pietro, un abbandonarsi agli immaginari di un’infanzia d’altri tempi, un gioco ardimentoso di equilibri tra leggerezza radiosa e popolana grevità, tra Pulcinella, Munacielli e gli eroi dell’antica Grecia, tra Commedia dell’Arte e minimalismo orientale.

Musiche di Canio Fidanza eseguite da Francesco Calzolaro (clarinetto), Ilaria Carbone (violino), Federica Carbone (flauto), Rolando Maraviglia (contrabbasso), |Andrea Pucci (corno), Domenico Staiano (viola), Alfonso Valletta (fagotto), sound engineering Giuseppe Vastarella.

Il calendario

v28|s29|d30 giugno ore 20.30 – v12|s13|d14 luglio ore 20.30 – Stufe di Nerone

s20|d21 luglio ore 20 – Basiliche paleocristiane di Cimitile (lo spettacolo inizia alle 21, è preceduto dalla visita guidata alle basiliche)

d28 luglio ore 21.30 – CastCafè

Prenotazione obbligatoria al 333 1198973|347 1012863

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web