Lettere dal manicomio

Redazione

Evento speciale al VolterraTeatro. Un’anteprima che segna il ritorno di Simone Cristicchi nei luoghi che hanno ispirato il suo viaggio nella realtà manicomiale italiana. L’incontro con l’ospedale psichiatrico di Volterra e le toccanti storie di umanità che vi sono nate. Nel solco della tradizione del teatro-canzone, C.I.M. è il frutto dell’incontro di Simone Cristicchi con  Tommaso Taddei ed Emiliano Terreni, attori della compagnia di teatro Gogmagog, e della loro appassionata riflessione sul testo “Corrispondenza Negata – epistolario della Nave dei Folli”, una preziosa raccolta di lettere, cartoline e missive mai spedite, scritte dagli internati e ritrovate negli anni Settanta all’interno degli archivi del Manicomio di San Girolamo, a Volterra.

“Dalla volontà di dar voce e vita a quelle parole negate nasce questo ‘spettacolo-contenitore’ in continua evoluzione, – spiegano – un unico discorso/lettera accompagnato dai brani di Cristicchi: ci si immerge in parole “censurate” dall’istituzione psichiatrica, attraverso testimonianze reali, storie drammatiche, surreali e divertenti. L’ironia diventa lo strumento di analisi e di distacco dal cinismo dei tempi correnti, ed il disagio mentale elemento di disvelamento dei vari disagi della realtà che ci circonda”.

Coloro che hanno acquistato il biglietto potranno fare una visita guidata al Padiglione Ferri per visitare il graffito di N.O.F. 4. Nannetti Oreste Fernando, vero nome di N.O.F. 4, incise lungo il muro esterno del cortile del Padiglione Ferri dell’ex manicomio un graffito, vero e proprio “libro aperto” sul suo mondo, con la fibbia del panciotto della sua divisa da matto.
Alle visite guidate si potrà partecipare solo previa prenotazione . Telefono: 0588.80392 – 0588.90528 – 331.2974045 – 331.7162468. e-mail info@volterrateatro.it e prenotazioni@volterrateatro.it.

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web