L’iguana, simbolo di bellezza

Redazione

Il castello di Prata Sannita nel dipinto diSimone Zaccarella
Il castello di Prata Sannita nel dipinto di Simone Zaccarella

Prende il via la seconda edizione del Premio Nazionale L’Iguana – Castello di Prata Sannita che vede la presenza significativa e rilevante dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli, presieduto da Gerardo Marotta, l’egida del Parlamento Europeo, il patrocinio della Presidente della Camera Laura Boldrini, la partecipazione di una rete di Enti, tra cui la Presidenza della Regione Molise, di Associazioni regionali, nazionali, estere.

Il Concorso, che coniuga valori culturali, impegno comunicativo, rispetto e considerazione per la memoria storica e narrativa, apre il suo orizzonte d’interessi oltre che alla poesia edita e inedita e alla narrativa, anche alla produzione fotografica, di cortometraggi e di musica,

Il Premio si è affermato già dalla prima edizione – spiegano le ideatrici di Lucia Daga, Esther Basile, Maria Stella Rossi, che si sono ispirate al centenario della nascita della scrittrice Anna Maria Ortese – come significativa occasione culturale che richiama attenzione e partecipazione di intellettuali e di artisti di levatura nazionale in un luogo di spiccato valore storico-memoriale e di pregiata collocazione paesaggistica e ambientale qual è il Castello di Prata Sannita, che nella sua storia millenaria ha lasciato tracce significative nel campo culturale e degli avvenimenti storici”.

Sei le sezioni proposte: narrativa e saggistica, poesia edita e inedita, cortometraggio, fotografia, musica. Di spessore la giuria che sarà impegnata nella valutazione degli elaborati, particolarmente interessante il coinvolgimento di attori, musicisti, artisti che saranno protagonisti della cerimonia di Premiazione prevista per il 28 giugno 2015.

Immagine del Premio, che diventa il fil-rouge riconoscitivo, è il quadro realizzato da Simone Zaccarella ispirato all’antico Castello di Prata Sannita e alle sue atmosfere.

Il Premio-L’Iguana-Castello di Prata Sannita vede il sostegno e la collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Prata Sannita, l’interessamento di giornali, riviste e tv e la presenza di rinomate case editrici.

Per info sul bando: ester.basile@libero.itmarystel8@gmail.com – lucia.daga@libero.it

 

IL TITOLO

Perché abbiamo scelto per questo Progetto il titolo: L’iguana

L’iguana, in natura, è un essere dall’aspetto assai poco attraente. Nelle pagine di Anna Maria Ortese, invece, essa diventa ibridazione mitica e assume l’aspetto, umano e zoomorfo assieme, della protagonista dell’omonimo romanzo. L’iguana è figura densa di pietà e di emozioni, che cela, tra le sue grinze e le sue squame assunte a valore di rughe di donna partecipe e dolente, tutto il pudore di teneri sentimenti e tutta la consapevolezza penosa della sofferenza della vita.

Questa nuova figura mitica diventa emblema di tutte “le creature belle che pure ci sono, (ma che) noi conosciamo poco, troppo poco”.

Queste “creature”, dunque, al di là del loro aspetto esteriore, sono l’unica difesa dell’umano contro un mondo disattento e superficiale, che si rivela essere sempre più, come ci indica ancora l’Ortese, “una forza ignota, tremenda, brutale”.

Per tale motivo ci piace assumere proprio l’iguana come simbolo cui intestare il nostro Premio di Arte e di Poesia. Essa saprà accompagnarci nell’intento di contrastare l’agguato della nuova barbarie che mercifica la Parola, che la rende asservita all’amplificazione dei mass-media nell’assenza di un nuovo serio e libero statuto critico. Ci aiuterà, così, a vincere la disattenzione crescente per la riflessione del profondo, che tanto allontana dalla più autentica cifra dell’humanitas e dell’impegno civile.

Lucia Daga, Esther Basile, Maria Stella Rossi

 

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web