Ménage à trois artistico

Anthea Principe

E’ una sorta di ménage à trois artistico lo spettacolo che Maurizio Casagrande porterà in scena nel riaperto Teatro Acacia di Napoli. Un percorso nella sua vita e nella sua carriera, passando per le grandi passioni. L’artista sarà in scena dal 17 al 20 marzo 2022 in A Tu per Tre, con la pianista Claudia Vietri e la cantante Ania Cecilia. Due donne e un uomo in un “triangolo” pericoloso, che porterà alla nascita di una alleanza tutta femminile, ponendo il protagonista in netta minoranza.

In un periodo di grande difficoltà per le restrizioni e le incertezze – dice – ho preferito scrivere e allestire uno spettacolo agile e leggero, che mi permettesse di girare con facilità e venire incontro alle difficoltà dei teatri, senza, per questo, rinunciare allo stile e alla qualità che da sempre mi hanno permesso di costruire un rapporto di fiducia con il pubblico. Il tutto immerso in un’atmosfera d’intimità e condivisione che tanto ci sono mancati ultimamente”.

Una conversazione amichevole, cordiale, quasi privata che Casagrande ha costruito affidandosi alla memoria descrittiva degli innumerevoli episodi che hanno caratterizzato la sua lunga e brillante carriera artistica.

Lo spettacolo è strutturato in tre parti fondamentali che si amalgamano in una struttura omogenea. Nella prima parte la cantante, Ania Cecilia, presenta al pubblico il protagonista della serata, raccontandolo come un uomo di successo che non si è mai montato la testa. Sembra l’inizio di una tipica serata di intrattenimento, ma subito qualcosa non va. I due cominciano ad avere una serie di divertenti battibecchi dovuti alla incapacità della cantante di cogliere l’ironia dietro i gesti e le parole di Maurizio, che romperanno lo schema classico e noioso di questo tipo di eventi autocelebrativi sfociando in un esilarante testa a testa tra Casagrande e Ania Cecilia accompagnati dalle sapienti note del pianoforte suonato da Claudia Vietri che interviene nella discussione come giudice e paciere, ma che in realtà, da subito, favorirà la sua amica Ania Cecilia.

La scena si trasforma in un salotto nella seconda parte. Le due ragazze, come sempre complici, si siedono ai lati del protagonista e cominciano una sorta di intervista che, in realtà, è il pretesto che permette a Maurizio di raccontare divertentissimi episodi della sua vita e della sua carriera capaci di suscitare grande interesse e ilarità nel pubblico, che spesso interagisce direttamente con lui avendo la sensazione di sbirciare nella sua vita privata.

L’allestimento si avvale delle scene a cura di Clelio Alfinito, i costumi di Rosaria Riccio, il disegno luci di Saverio Toppi.

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web