Musica e canzoni per il Trianon

Angela Matassa

Peppino Gagliardi e Enzo Gragnaniello

Riapre il 5 ottobre il teatro Trianon di Napoli con la seconda parte del progetto Palco Libero. A Natale La Cantata dei pastori con Peppe Barra e poi, da gennaio, il cartellone invernale. Nuovo il presidente del consiglio d’amministrazione, Maurizio D’Angelo, nuovo il direttore artistico, Giorgio Verdelli, la scia però è la stessa, lo spazio di Forcella ha sempre avuto l’ambizione e la caratteristica per essere il teatro della musica e della canzone, da quella tradizionale alla moderna. Seguendo anche “la sua missione pubblica di struttura produttiva – dichiara D’Angelo – che vuole impegnarsi sempre più anche come agente di sviluppo culturale, economico e sociale del territorio”.

Tanti gli artisti, in gran parte partenopei, che rientrano nel programma,  abbozzato ma già in via di definizione. Si tratterà di un “progetto artistico parte-nopeo e parte-europeo. – annuncia scherzoso Verdelli – E’ per me un’occasione e una sfida per cui torno volentieri nella mia città, con l’intento di sperimentare nuovi linguaggi in questo teatro storico, bello e dalla straordinaria acustica, contando anche su uno staff di grandi professionisti”.

Ritorno a Napoli anche per numerosi musicisti partenopei da Peppino Gagliardi a Lino Vairetti, che si affiancano a Enzo Avitabile, James Senese, Enzo Gragnaniello, Gianfranco Gallo, Gianni Lamagna, Le Rondinella. E poi Enzo De Caro, Antonio Onorato, l’Opera Buffa, un concerto di Edoardo Bennato, il blues e tanto altro ancora.

Chiusura con sorpresa della conferenza stampa di presentazione con una jam session di Peppino Gagliardi al pianoforte con Enzo Gragnaniello per un’improvvisata Settembre.

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Nuovo progetto

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web