Musica rap per Cirano che muore

Redazione

Cyrano de Bergerac, il celebre romanzo di Edmond Rostand in fondo è la storia di tre ragazzi. E’ la considerazione di Leonardo Manzan, che ha affidato a una messinscena rap l’amore di Cyrano e Cristiano per Rossana. Cirano deve morire, una riscrittura per tre voci del Cyrano di Bergerac di Leonardo Manzan e Rocco Placidi, sarà in scena al Teatro Bellini di Napoli dal 16 al 21 aprile 2024.

Uno spettacolo concerto con testi e musiche originali che trasforma la poesia di fine ’800 in feroci versi rap. Rime taglienti e ritmo indiavolato affrontano in modo implacabile il tema della finzione attraverso il racconto di uno dei più famosi triangoli d’amore della storia del teatro. Due amici e la donna di cui entrambi si innamorano. Cirano deve morire è una resa dei conti tra i tre protagonisti, i due morti e l’unica sopravvissuta, Rossana, che non riesce a liberarsi dei fantasmi che hanno distrutto la sua vita con l’inganno di un amore impossibile, ma che, allo stesso tempo, le hanno donato gli unici momenti di felicità, con la forza della fantasia.

Cirano deve morire (foto di Filippo Manzini)

La poetica rap, è stata una scelta necessaria. – dice il regista – Non solo per esprimere l’eroismo e la verve polemica del protagonista, ma anche per rendere contemporanea e autentica, quindi fedele a Rostand, la parola d’amore”.

Si può essere iconoclasti verso ciò che non è un’icona? Si chiede Manzan, “Forse è proprio questo il tentativo più importante: dimostrare che Cirano non è affatto un’icona, non offre schemi. – risponde –  Semina indizi, tracce che portano a noi. Cirano ci appare molto più simile, più prossimo di quanto pensassimo, se riusciamo a smascherarlo, cioè, letteralmente, se gli togliamo la maschera”.

Lo spettacolo è interpretato da Paola Giannini, Alessandro Bay Rossi, Giusto Cucchiarini. Musiche originali di Franco Visioli e Alessandro Levrero, eseguite dal vivo da Filippo Lilli. Disegno luci di Simone De Angelis eseguite da Giuseppe Incurvati. Scene di Giuseppe Stellato. Costumi di Graziella Pepe.

Lo spettacolo è vincitore del Bando Biennale College indetto dalla Biennale Teatro di Venezia 2018.

 

Categorie

Ultimi articoli

Social links

Notizie Teatrali © All rights reserved

Powered by Fancy Web