Candide, da Voltaire a noi

Candide, da Voltaire a noi

Dal 9 al 16 marzo 2018, al teatro Galleria Toledo di Napoli è di scena Candido, o l’Ottimismo di Voltaire, nell’adattamento di Gennaro Maresca (che cura la regia) e Fabio Casano e interpretato da Luciano Dell’Aglio nel ruolo di Candido e da Paolo Aguzzi Michele Danubio, Alessandra D’Elia, Elena Fattorusso. Scene di Rosario Squillace e luci di Lucio Sabatino. “Il migliore degli spettacoli possibili, racconto lieve di un mondo pesante, in cui ciascuno individuo è impegnato a realizzare catastrofiche azioni ai danni dei propri simili, quando non è la Natura stessa ad agire contro l’Uomo. – scrive Lavinia D’Elia curatrice dei progetti della sala di Montecalvario – Una giusta scelta quella di cercare nella logica di Voltaire il punto di vista che interpreti criticamente le insensatezze e le crudeltà del proprio tempo, non differenti allora da quelle che troviamo nel racconto impietoso delle attuali testate giornalistiche. Con le incredibili traversie di un innocente in balìa di furbi lestofanti, il filosofo francese mette in evidenza problematiche sociali reali (la schiavitù e il colonialismo, il despotismo della nobiltà e del clero, la persecuzione religiosa, la condizione femminile).

Share