Bellezza, cultura e gusto a Prata Sannita

Bellezza, cultura e gusto a Prata Sannita

Il Castello di Prata Sannita in un dipinto di Simone Zaccarella

Il Castello di Prata Sannita in un dipinto di Simone Zaccarella

Il Cortile del Castello di Prata Sannita– detto anche Salone dei Templari-, per storia testimone di avvenimenti culturali e di gesta di respiro europeo sin dall’anno Mille, è pronto ad ospitare la Cerimonia di Premiazione della seconda edizione del Premio L’Iguana-Omaggio ad Anna Maria Ortese-Castello di Prata Sannita. Con inizio alle ore 11,00 del 28 giugno giurati, vincitori, ospiti, studiosi, giornalisti, artisti, organizzatori provenienti da varie regioni d’Italia, daranno vita a un evento culturale atteso.

Saranno presenti personalità di spicco quali Gerardo Marotta, Fondatore e Presidente dell’Istituto Italiano per gli Studi filosofici, Elio Pecora il più grande poeta con temporaneo, Margherita Pieracci Harwell, una delle più affermate italianiste al mondo, le attrici Milena Vukotic e Anna Maria Ackermann.

Il Premio, ideato da Esther Basile, Maria Stella Rossi, Lucia Daga, propone sei sezioni di concorso- Narrativa/ Saggistica, Poesia edita e inedita, Corto/video, Fotografia, Composizione musicale- nell’ottica “di vincere la disattenzione crescente per la riflessione del profondo, che tanto allontana dalla più autentica cifra dell’humanitas e dell’impegno civile”, come cita il Bando del Premio che sottende anche la necessità di porre l’attenzione su Anna Maria Ortese, scrittrice oracolare e dallo stile di assoluta specificità.

Il Premio L’iguana, che vede la presenza prestigiosa dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, si avvale dell’Egida del Parlamento Europeo e del Patrocinio della Camera dei Deputati, ha sviluppato una rete di collaborazioni con la Presidenza del Consiglio Regionale del Molise, con il Comune di Prata Sannita, che ha contribuito all’organizzazione dell’evento, per il tramite del sindaco Domenico Scuncio e dell’assessore alla Cultura Antonio Maddalena, con l’Associazione Dimore Storiche, sezione Campania, con L’Archivio di Napoli, con la Soprintendenza Archivistica per la Campania, con la Biblioteca Nazionale di Napoli, con la Sezione UNESCO di Caserta e con altre importanti realtà culturali tra le quali il Servizio Innovazione, Ricerca e Università -Regione Molise.

La Cerimonia di Premiazione, ospitata dalla famiglia Daga Scuncio, si svolge in una Dimora di particolare fascino per architettura, paesaggio naturale- siamo nel Parco Nazionale del Matese- atmosfere culturali e artistiche, in sintonia della quale, musicisti, registi e attori (Lucia Stefanelli, Carlo Damasco, Riccardo De Luca, Nicola Rando, Marcello Appignani, Lino Blandizzi, Maurizio Santilli, Susanna Canessa, Monica Doglione, Arnolfo Petri) daranno vita a performance coinvolgenti. Mentre il buffet delizierà anche il palato.

Si prosegue nel settecentesco Antico Mulino, prospiciente il fiume Lete, nel quale si proietteranno i video e i corti che hanno partecipato al Premio, e dove un rigoglioso pioppo sarà dedicato a Gerardo Marotta per il suo impareggiabile impegno nel mondo della cultura nazionale ed internazionale. Già lo scorso anno un altro pioppo era stato dedicato al poeta Elio Pecora, per cui proseguendo nel tempo, si potrà dare vita al Parco degli Scrittori, dei Poeti e dei Saggi.

Tanti gli sponsor (tra cui la millenaria Fonderia Pontificia Marinelli di Agnone) di che hanno sostenuto l’iniziativa. Un apprezzamento va rivolto alle giurie di esperti e studiosi che hanno lavorato in maniera gratuita, alla stampa accreditata e a quanti hanno contribuito in vario modo alla realizzazione del Premio- L’Iguana, che vede la partecipazione anche di artisti quali Simone Zaccarella che ha realizzato il quadro “Castello di Prata Sannita” divenuto il fil-rouge del Concorso, del ceramista pratese Santillo Martinelli, del Laboratorio Zaccarella che anche quest’anno ha ideato un piatto in ceramica raku con un’immagine ispirata all’iguana, di Antonio Cimino il quale ha dedicato all’Iguana ortesiana un’opera dalla cifra stilistica personale, di Carla Castaldo che ha realizzato una piastrella in ceramica con iguana blu-verde, esposta anche al Théatre des Varietés di Montecarlo, di Maria Rosaria Rubulotta che si occupa di videoriprese e foto.

Maria Stella Rossi

 

Share