C’è Tv, dal Teatro San Carlo

C’è Tv, dal Teatro San Carlo

Il Teatro di San Carlo di Napoli vara la Web tv h24, in alta definizione, per intrattenere il pubblico a casa che potrà assistere ad opere, balletti, spettacoli e rubriche web. Occorre sintonizzarsi dal proprio televisore “smart” sulla web tv (www.cetv-online.it) e salvarla in memoria tra i canali preferiti; ci si collega, ovviamente, anche con tablet, smartphone e pc.

Il progetto è nato dalla partnership con SudComunicazioni, già media partner del Lirico, che mette a disposizione gli spazi di C’è Tv, prima web tv culturale di Napoli e della Campania, il cui palinsesto è completamente dedicato al Teatro di San Carlo che ne gestirà i contenuti con la direzione. L’evento nasce anche sulla scia dell’entusiasmo del pubblico che ha seguito la programmazione del Massimo sui social, con tanti nuovi followers e circa mezzo milione di visualizzazioni. L’offerta dei contenuti on line, che propone anche il materiale video di archivio, è ampia e variegata e si divide in 4 settori: Opera On Line: in onda ogni lunedì e ogni venerdì, alle ore 20, con la trasmissione integrale di spettacoli del Teatro di San Carlo delle trascorse Stagioni Liriche e di Balletto.

Scuola InCanto: contenuti didattici alternativi per avvicinare i più piccoli al mondo dell’opera, realizzati dal Lirico in collaborazione con Europa InCanto e presentati dal Maestro Germano Neri. In onda ogni martedì mercoledì e giovedì, alle ore 15.

Il Teatro San Carlo racconta… Casa Rossini: pillole di approfondimento su Gioachino Rossini con ospite Sergio Ragni, studioso di fama mondiale della vita e delle opere del genio pesarese.

Dialoghi fuori scena: il programma di punta. Ogni sabato in prima serata, alle ore 20, il Sovrintendente del Teatro di San Carlo, Stéphane Lissner, dialoga con i protagonisti del mondo della lirica. I primi incontri saranno con i registi Edoardo De Angelis ed Emma Dante. Non mancheranno altre news e programmi come le “Pillole sulla storia del Teatro San Carlo”, approfondimenti musicali, la rassegna stampa online nella rubrica “Parlano di Noi”. Dovremo abituarci ad una diversa fruizione di arte e cultura, e, al momento, come afferma Lissner, i nuovi mezzi di comunicazione sono l’unica voce possibile del mondo dello spettacolo in grado di offrire un contributo al pubblico a casa. Il virtuale non potrà mai sostituire un evento live ma di certo consente l’interazione tra fruitori d’arte e teatri e luoghi deputati alla cultura. In attesa di nuove soluzioni.

 

 

 

 

Share