Cinecorti a Salerno

Intercambio, diretto da Antonio Novellino e Antonio Quintanilla, è il cortometraggio della sezione “CortoEuropa” vincitore della XVI edizione di Linea d’Ombra – Festival Culture Giovani di Salerno.

Il titolo che racconta una storia ambientata in un tranquillo paese di campagna dove all’improvviso le autorità sequestrano il raccolto dei contadini e il cibo va pian piano scomparendo, ha ottenuto la maggioranza dei voti decretati da una giuria che, per il primo anno, accanto ai punteggi espressi dai giudici presenti in sala, aggiunge quelli di una speciale giuria che ha manifestato il suo parere attraverso il web. Una maniera originale, appunto, per far vivere anche lontano da Salerno gli appuntamenti del festival diretto da Peppe D’Antonio con Agostino Riitano, che quest’anno – anniversario del 150enario dell’unità d’Italia – è incentrato sul tema “Madre / Patria: tra qui e altrove”.

Un gradino sotto “Intercambio” si piazza invece “Mi amigo invisibile” diretto dallo spagnolo Pablo Larcuen, che narra della timidezza di Thomas. Per la sezione “CampaniaCorto”, ancora, eccelle Francesco Prisco con “La colpa”, opera che vede protagonista il personaggio di Mauro, tignoso avvocato. Infine le due menzioni derivanti dai voti della giuria web: per CortoEuropa, “Mi amigo invisibile”. Per CampaniaCorto, “Reset” di Nicolangelo Gelormini.

Linea d’Ombra-Festival Culture Giovani è promosso dall’associazione SalernoInFestival, con il contributo del Comune di Salerno.

Share